Sarda News - Notizie in Sardegna


Elezioni a Cagliari: basta cavolate, accuse e lamentazioni, chi ha perso se l’è cercata

Andrea Pubusa

image

Siamo seri. Lasciamo perdere i riconteggi, che - come ho già detto[1] - non sono unidirezionali, ma pro e contra e, dunque, per chi conosce i meccanismi, con uno scarto di 80 voti, le verifiche non possono dar luogo a ribaltamenti. E smettimola anche con le lamentazioni e non prendiamocela con chi si è astenuto o ha preferito la spiaggia e poi la partita al seggio. Semmai chiediamoci perché chi non ha votato avrebbe dovuto farlo. Non ritirerete fuori i vecchio ritornello del voto utile. Ma dove vivete? Prima c’era lo zoccolo duro, secondo cui i comunisti votavano PCI anche se non ne condividevano la linea. E’ caduto ai tempi di Occhetto subito dopo la trasformazione del PCI in PDS. Poi è stato inventato  un succedaneo del voto per fede, il voto utile, per evitare le destre, le svolte autoritarie e simili. Una sorta di ricatto volto a creare un senso di colpa nell’elettore democratico. Bene, ora non funziona neanche quel giochino. L’elettore democratico rilancia la palla: la colpa è di chi predica o razzola male. Nessun obbligo di votare chi non ti convince, nessun senso di colpa per la sconfitta, da addebitare a chi l’ha favorita.
Torniamo, dunque, alle cose reali, fuori da ogni astrazione. Cerchiamo gli 80 voti mancanti. Saranno quelli di coloro che hanno votato Zedda alle scorse comunali e non hanno gradito il suo anticipato abbandono di Palazzo Baccaredda? O saranno quelli di quanti non hanno apprezzato il getto della spugna di Zedda per calcoli personali (anche lui cresce) o di coalizione (presentare alle regionali una faccia presunta vincente)? O saranno ancora i voti di chi in tutti questi anni ha fatto battaglie in difesa della Costituzione e Zedda & C. erano sordi, muti e ciechi? O sono i voti mancanti di chi Zedda, Uras, Ghirra e compagnia bella in questi anni di lotte democratiche non li ha mai visti al proprio fianco o nelle stesse assemblee o in prima fila nelle manifestazioni? O sono i voti di chi non è mai stato coinvolto nella politica comunale, chiusa e per gruppi ristretti? O sono i voti dei ceti popolari, abbandonati a se stessi? O sono i voti di chi non ha mai visto Zedda & C. scossi per gli scandali continui con epicentro nel PD? Di grazia, perché costoro avrebbero dovuto d’incanto votare Ghirra? Ha fatto costei in tutti questi anni qualcosa per entrare in sintonia con queste parti dell’elettorato. Basta dir loro in campagna elettorale: sì, noi vi abbiamo preso a calci nel culo, ma Truzzu lo farà più forte?
Lo so che è un discorso franco fino alla ruvidezza, ma qui gli incazzati siamo noi perché voi del centrosinistra avete distrutto la sinistra e il tessuto democratico. Di più quest’area neanche pensa che voi rappresentiate un nuovo inizio, piuttosto crede che siete la coda del vecchio. Come la sinistra possa rieorgere dalle ceneri è diventato, grazie a voi, solo un esercizio di fede.

References

  1. ^ come ho già detto (www.democraziaoggi.it)

Fonte: Democrazia Oggi


Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.











Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie