Sarda News - Notizie in Sardegna


Le elezioni comunali confermano l’emergenza democratica in Sardegna

Le elezioni comunali confermano l’emergenza democratica in Sardegna

17 Giugno 2019
Nessun commento[1]

Andrea Pubusa

image

 

I primi dati certo di queste elezioni sono desolanti e comprovano il grave stato di salute della nostra democrazia. Anzitutto il tasso elevato di astensiomi: quasi un terzo dei sardi non va a votare e il problema non è di chi diserta l’urna, è di chi, le liste, non offre stimoli per meritare il voto. In questo contesto chi vince è sempre perdente, non rappresenta le comunità, ma solo una piccola parte di esse, consorterie e il loro piccolo seguito e poco più.
La seconda evidenza non è meno preoccupante. I primi eletti  sono nove i sindaci di piccoli centri con un solo candidato. nei quali l’affluenza è stata di oltre il 50% (percentuale che in caso di un solo candidato vale come quorum), quota sufficiente per eleggere l’unico candidato a primo cittadino del paese. Ma il fatto che non ci sia competizione elettorale è di per sé indice di una democrazia morta.
Quali questi comuni democraticamente deficitari? Ortueri nel Nuorese (Francesco Carta), Sorradile nell’Oristanese (Pietro Arca) e Illorai (Titino Sebastiano Cau, di fatto primo sindaco leghista nella Regione) e Putifigari (Giacomo Contini) nel Sassarese.
E gli altri risultati? Pessimi. Il testa a testa a Cagliari tra Ghirra e Truzzu si sciogliera alla fine, mentre Sassari è destinata al ballottaggio.
Fra i tanti vulnus a Cagliari c’è anche quello inferto dai pentastellati ai propri elettori e al sistema democratico non presentando la lista. E loro, con disinvoltura, pensano che sia solo una questione interna. Del resto, nel capoluogo l’attacco al sistema democratico sta all’origine di queste elezioni ed è venuto dall’ex sindaco Massimo Zeddaa e dal centrosinistra, che hanno abbandonato Palazzo Baccaredda sulla base di un calcolo di schieramento alle elezioni regionali. E - da grandi strateghi del pisello - hanno sbagliato i conti: hanno  consegnato già la Regione al centrodestra, e a Cagliari rischiano di fare bis.
Il disastro dunque è già avvenuto. I risultati elettorali, a partire dal calo di votanti,  ne sono una logica e ovvia conseguenza. Più tardi i risultati definitivi, senza entusiasmo.

References

  1. ^ Nessun commento (www.democraziaoggi.it)

Fonte: Democrazia Oggi


Sarda News non rappresenta una testa giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.



Booking.com







Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie