Sarda News - Notizie in Sardegna


Allevatori sorpresi con armi illegali in casa: padre e due figli in manette a Siurgus Donigala

Droga e armi illegali in casa, in arresto padre e due figli a Siurgus Donigala.

Ieri sera i Carabinieri della Compagnia di Dolianova coadiuvati dai militari dello Squadrone eliportato cacciatori Sardegna e con l’aiuto prezioso di una unità cinofila, hanno svolto una serie di perquisizioni per la ricerca di armi, munizioni e materiale esplodente illegalmente detenuto.

L’attività ha consentito di trarre in arresto un uomo, M. R. A., 52 anni, e i suoi due figli M. F. A., 20 anni, e M. G. A., 24 anni, tutti allevatori di Siurgus Donigala. 
I militari hanno individuato nell’abitazione del genitore un possibile obiettivo di interesse. Quando hanno bussato alla porta, l’uomo ha tentato di depistarli nel tentativo di indurli ad interrompere l’attività; in particolare, come prova della sua “buona fede”, ha consegnato spontaneamente una pistola scacciacani di libera vendita, sfidandoli a trovare qualche altra cosa di illegale. Ma i carabinieri hanno proceduto al più completo e accurato controllo. Ulteriori sospetti di aver colto nel segno sono sorti dopo il ritrovamento di alcune cartucce calibro 7,65. A quel punto uno dei due figli, la cui presenza in casa non era stata ancora notata, si è dato alla fuga con una valigetta e un fucile mentre il resto della famiglia era intento a distrarre i militari, con il padre il testa che ha minacciato i militari brandendo una roncola lunga 1 metro.
Il ragazzo in fuga è stato seguito da alcuni  militari operanti che nelle aree limitrofe all’abitazione hanno trovato un fucile calibro 12 con matricola abrasa e una valigetta con 5 pistole e qualche altra cartuccia più due passamontagna, abbandonati nella fuga.
Il ragazzo ha fatto rientro in casa dopo aver maldestramente cercato di rendersi irriconoscibile, tagliandosi la barba.
Durante la perquisizione sono stati trovati anche 40 grammi di marijuana, suddivisa in dosi pronte ad essere smerciate, tre bilancini di precisione e materiale per porre sottovuoto e confezionare la sostanza stupefacente.
Ma a quel punto il quadro era chiaro: tutti i membri sapevano di quelle armi e ognuno ha giocato un ruolo in quel tentativo di fuga.
La mole di elementi raccolti ha consentito ai carabinieri di delineare un preciso quadro indiziario che, d’intesa con la Procura della Repubblica presso il Tribunale di Cagliari, ha fatto sì che a

Fonte: Casteddu on Line


Sarda News non rappresenta una testa giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.



Booking.com







Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie