Sarda News - Notizie in Sardegna


Selargius, commercio in crisi in pieno centro: “Pochi parcheggi e eventi, non bastano le festicciole patronali”

Pochi parcheggi, eventi serali tutt’altro che abbondanti e calo degli affari. Questo il tris di problemi che vive il centro città di Selargius, a detta dei commercianti. Nella centralissima via San Martino sono molte le attività storiche, ma c’è anche chi è relativamente “giovane”, dal punto di vista imprenditoriale. La crisi, però, sembra essere arrivata anche dentro le casse dei negozianti, più vuote che piene. Nulla da dire dal punto di vista della pulizia – rispetto ad alcune vie periferiche invase da sterpaglie e rifiuti il paragone è proprio impossibile – ciò che manca, per chi vive e lavora a poche decine di metri dal palazzo del Comune e dal “confine” con Quartucciu, sono poche ma chiare cose: gli stalli per le automobili e l’assenza di eventi di grido che possano far sciamare più persone anche dopo una certa ora e, soprattutto, in estate.

Luigi Melis, parrucchiere dal 1977, tra pochi mesi andrà in pensione: “Per fortuna, la situazione qui è triste. Ho avuto un calo di clienti del cinquanta per cento, il mio lavoro è proprio crollato. Siamo nella via principale del paese, figurarsi come possono essere le altre vie, saranno messi peggio. Non c’è nemmeno vita notturna, non bastano le festicciole patronali, bisogna ampliare l’offerta”.  Sergio Milia, sessantadue anni, è macellaio sin da quando era un ragazzino: “A Selargius è sparito tutto, non c’è movimento e non c’è vita. I parcheggi non sono mai aumentati, ma intanto sono sorti i centri commerciali. Anche per me le vendite sono calate, negli ultimi anni, di un buon cinquanta per cento. E la sera gli eventi sono davvero pochi, qui diventa tutto un mortorio e le persone scappano nei grandi supermercati dove trovano tutto in pochi metri, dai bar alle panchine”. Più positivo, sicuramente, Daniele Turri, titolare di una pescheria in via San Martino: “Sì, la città dopo una certa ora si spegne, noi commercianti non investiamo sugli orari se non c’è richiesta. Il selargino tende ad andare verso Cagliari, però anche se ci fosse la ‘movida’ la gente non verrebbe lo stesso, qui si lavora tutta la settimana e nel fine settimana si tende a uscire dal paese. La mattina i negozianti non aprono presto ma verso le dieci, e vanno tutti nelle ‘Città Mercato’ perché offrono orari più flessibili”. E gli eventi estivi? “A luglio ci sarà un evento, organizzato da me, di auto d’epoca insieme a un club, per cercare di far restare i selargini qui in città. Il Comune dà carta bianca su qualunque tipo di evento, ma non ci sono idee, un singolo commerciante non può andare in Comune e chiedere la chiusura della strada per un evento”.

L'articolo Selargius, commercio in crisi in pieno centro: “Pochi parcheggi e eventi, non bastano le festicciole patronali” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu On Line



Sarda News non rappresenta una testata giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.











Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT