Sarda News - Notizie in Sardegna


Sassari, si travestiva da poliziotto per fare colpo sulle ragazze

SASSARI. La divisa da poliziotto per fare colpo sulle ragazze. Insomma, per darsi un tono a fare credere che fosse in forza alla polizia di Stato. Un piano organizzato, studiato nei dettagli: divisa, cinturoni, diversi berretti e anche le manette. E poi il tocco artistico con quella pistola - perfetta imitazione della Beretta in uso alle forze di polizia - dalla quale era stato rimosso il tappo rosso. Le foto postate su Facebook e via “mi piace” a gonfiare l’ego del finto agente di polizia.

Le indagini dei carabinieri della stazione del comando provinciale di Sassari - dopo una rapida attività di verifica - hanno permesso di accertare che dietro la divisa si nascondeva un operaio sassarese, dipendente di una ditta di smaltimento di rifiuti. F.S., 39 anni, sassarese, è stato quindi denunciato per possesso di segni distintivi contraffatti e usurpazione di titoli o di onori.

L’interessato ha cercato di minimizzare e di ricondurre tutto a uno scherzo, lasciando intendere che mai e poi mai avrebbe avuto la tentazione di andare oltre le foto pubblicate sui social. Certo, in un periodo in cui le divise vengono indossate con una certa continuità anche da ministri della Repubblica (cosa che accadeva anche prima per la verità, specie in incontri con rappresentanti delle forze dell’ordine, in Italia e anche in missioni all’estero) potrebbe passare l’idea che vestirsi da poliziotto o da carabiniere in fondo sia quasi la normalità e non invece un reato.

Il 39enne sassarese l’ha imparato a sue spese. Da qualche tempo usava fotografarsi in divisa e farsi passare come poliziotto. Chi ci ha creduto (specie in ambienti femminili) era anche ammirato, altri hanno cominciato ad avanzare dubbi. La segnalazione è arrivata anche alla stazione dei carabinieri di via Rockefeller che hanno avviato una serie di approfondimenti per verificare se effettivamente l’uomo fosse in forza alla polizia di Stato. Dalle prime risultanze delle indagini è emerso che l’uomo era invece un dipendente di una azienda privata che opera a Sassari nel settore dello smaltimento dei rifiuti e che quindi non aveva titolo a indossare la divisa e, soprattutto, a diffondere foto sui social che potessero generare l’effettiva convinzione che il profilo Facebook fosse realmente di un agente della polizia di Stato.

La procura della Repubblica di Sassari ha emesso un decreto di perquisizione domiciliare e i carabinieri hanno scoperto che il 39enne custodiva a casa una divisa da poliziotto completa, svariati berretti, un cinturone, un paio di manette. E inoltre una pistola Beretta in plastica (priva del tappo rosso) apparentemente identica a quelle in uso al personale delle forze di polizia. I materiali sequestrati sono risultati essere quelli comparsi nelle foto diffuse sui social nelle quali l’uomo si presentava come agente di polizia.

Un

Fonte: La Nuova Sardegna


Sarda News non rappresenta una testa giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.



Booking.com







Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT