Che sia “Spinoso”, “Violetto”, “Romanesco”, “Tema”, “Terom”, “Life” o “Apollo” poco importa. Il carciofo è sempre ben gradito sulla tavola di tutti noi, soprattutto se originario delle terre fertili del nostro territorio. E Samassi, uno dei centri del Medio Campidano che vanta da sempre produzioni di eccellente qualità, rinnova anche quest’anno l’invito a degustare il prelibato ortaggio da fiore alla “Sagra del Carciofo”. Giunta alla 32^ edizione, che sia cotto, magari con agnello o con patate, o semplicemente crudo, con un filo di olio extra vergine, sale e un pizzico di pepe, il suo profumo e il suo prelibato sapore delizierà il palato di tutti coloro che non mancheranno all’atteso appuntamento. Degustazione dei piatti tipici, stend e convegni animeranno la sagra nelle giornate del 21, 22, 23 e 24. La campagna del carciofo non è stata semplice quest’anno. Segnata duramente dai violenti nubifragi di agosto e ottobre e dalle numerose gelate di gennaio e febbraio, che hanno seriamente compromesso raccolto e qualità, solo da qualche settimana sui banchi delle rivendite di frutta e verdura abbonda finalmente l’eccellenza sarda, tanto apprezzata anche nelle regioni della penisola. In occasione della sagra, tutto il paese sarà coinvolto. Questo è il programma: le giornate di giovedì e venerdì sono dedicate alle scolaresche che saranno ospiti e parteciperanno ai laboratori in tema, itinerari e merende a km 0. Venerdì alle ore 17 presso l’aula consiliare in via Grazia Deledda, si svolgerà il convegno “Cambiamenti climatici e gestione del territorio”. Sabato alle ore 11 presso via Cesare Battisti verrà ufficialmente inaugurata la 32^ Sagra del Carciofo e la 21^ Fiera Agro Alimentare del Medio Campidano. Seguiranno l’apertura delle case in terra cruda inserite nel circuito promozionale TarrAccogliente: Domus e Lollas di Samassi e dei siti di interesse storico e artistico del paese. Dalle ore 12,30, sempre in via Battisti, ristorazione con i piatti tipici a base di carciofo. Alle 16, tour guidati alla scoperta delle antiche case campidanesi del centro storico con partenza dall’info point Pro loco, accompagnati dalle esibizioni dei gruppi folk ” Su Pottabi”, “Sant’Isidoro” e della banda musicale “Stanislao Silesu” e Roller Group Twirling. Dalle 18, Carciofo Street Food, itinerario enogastronomico e cooking show con gli chef Alberto Sanna, Andrea Pani e Davide Bonu presso il cortile della biblioteca comunale.
Domenica 24 sarà la volta dell’ immancabile Marcialonga del Carciofo.

Fonte: Casteddu on Line







Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie