Sarda News - Notizie in Sardegna

No ai gazebo sui parcheggi la Saba stoppa le pratiche

Sei in:

Braccio di ferro col Comune sugli indennizzi per gli stalli blu occupati dai dehors Interpellanza del consigliere Panu: «Un danno per decine di commercianti»

SASSARI. C’è un braccio di ferro tra il Comune e la Saba e di mezzo ci vanno decine di esercenti che si ritrovano con una serie di pratiche in stand-by. La questione è quella dei “dehors”, ovvero le strutture amovibili che i bar o i ristoranti collocano all’esterno sul suolo pubblico. Alcuni di questi gazebo, ogni anno, vengono installati anche sopra i parcheggi blu. Fino ad ora le pratiche erano sempre passate lisce, ma quest’anno la Saba ha puntato i piedi e di fatto ha bloccato le autorizzazioni.

«L’Amministrazione comunale, nel periodo compreso tra giugno e settembre, si riserva la facoltà di destinare, in misura non superiore a 100 stalli complessivi, le aree prospicienti le attività commerciali (bar, ristoranti, ecc.) che ricadano nelle aree adibite a parcheggio pubblico a pagamento – scrive la direzione della Saba – dall’analisi della documentazione si evince che le richieste di occupazione in questione si riferiscono invece a periodi dell’anno diversi da quelli indicati dal citato articolo 8 del disciplinare. Inoltre il nostro eventuale assenso alla installazione dei dehors è comunque subordinato alla previa determinazione delle modalità tramite cui compensare i mancati introiti derivanti dalla riduzione del numero effettivo di posti auto a pagamento. Infine il numero di posti auto non superiore a 100 stalli complessivi non può essere, ad oggi, preso come riferimento, in quanto rapportato ad un numero di posti auto in piena gestione secondo quanto previsto dalla Convenzione, pari a 1.184 posti auto, e non agli attuali 630 posti auto».

Dopo l’entrata in vigore del regolamento diversi gestori hanno presentato richiesta al settore attività produttive tramite Dua per l’installazione dei gazebo, e altri si ritrovano con strutture già piazzate dagli anni precedenti. Ma tutte le istanze sono congelate. Sulla questione ha presentato un’interpellanza il consigliere comunale del Pd Lello Panu. «È possibibile che dopo un indirizzo politico votato all’unanimità dal consiglio comunale e il lavoro svolto dagli uffici, il tutto venga vanificato dall’imposizione di una società privata che è evidentemente lontana dalla visione strategica di questa amministrazione? Il sindaco e gli assessori non ritengono opportuno convocare immediatamente i responsabili della Saba per chiarire una volta per tutte la convenzione parcheggi? Infine occorrerebbe che nelle more di questo chiarimento venga sciolto il nodo delle richieste legittime fatte dagli esercenti per l’installazione delle strutture in oggetto». (lu.so.)

Fonte: La Nuova Sardegna


Sarda News non rappresenta una testa giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.








Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT