Otto anni di sveglie prima dell’alba per svuotare i tantissimi cassonetti presenti – ormai ancora per poco – a Cagliari. Poi, senza nessun preavviso, il “grazie e arrivederci”. Sergio Collu, 48enne di Quartu Sant’Elena, è uno dei diciotto operatori del servizio di raccolta rifiuti senza più lavoro: “La De Vizia mi ha fermato il trentuno ottobre scorso, avevo un contratto di sei mesi come multiservizi e settecento euro al mese di paga”. Denaro indispensabile per Collu, “ho quattro figli. Il più piccolo ha cinque anni, poi uno di 14, una di diciotto e il più grande ne ha ventuno. Per loro, nel Natale appena passato, nessun regalo”. E sotto l’albero c’era, infatti, solo la disperazione: “Voglio essere assunto a tempo indeterminato, ho i mesi in regola, mentre invece altra gente che non ne ha mi è passata davanti. Questo chiedo al Comune di Cagliari”. Come fare per mettere insieme il pranzo con la cena? “Mi sta aiutando mia madre e le mie sorelle, alla mia età è molto umiliante”. E poi, “a quarantotto anni, dove mi prendono a lavorare? Ho provato a cercare, ma tutti hanno il personale già al completo”.

Fonte: Casteddu on Line







Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT