Sarda News - Notizie in Sardegna


L'addio di Sassari a Piero Pulina principe dei librai

Sei in:

Titolare per oltre mezzo secolo della Libreria Dessì: è stato un punto di riferimento culturale per la città

SASSARI. Sembra ancora di vederlo all’ingresso della storica libreria Dessì in largo Cavallotti, mentre osserva con aria sorniona e noncurante il mondo frenetico che gli passa davanti. Piero Pulina si è spento ieri, a 86 anni, dopo aver trascorso gli anni della pensione nella sua casa di viale Trento. La città ne sentirà la mancanza perché dottor Pulina, così lo chiamavano i suoi clienti di una vita, è stato non solo un libraio di notevole livello ma anche un punto di riferimento culturale per più generazioni.

D’altra parte era discendente e imparentato con una stirpe di librai ed editori che nell’isola hanno fatto storia. Fu il trisavolo Giuseppe Dessì ad aprire la libreria in largo Cavallotti nel 1863 e ad avventurarsi nel mondo dell’editoria stampando volumi di autori importantissimi come Salvatore Satta e Grazia Deledda. Persino i primi numeri della Nuova Sardegna vennero fuori dalle macchine di via Scanu. Piero Pulina raccontava di aver respirato l’aria dell’inchiostro fresco e della carta stampata da molto giovane compilando a mano le fatture nel negozio che era stato ereditato dalla mamma. «Lui in effetti si era laureato in Scienze Biologiche e voleva andare a lavorare in luoghi esotici ma la mamma si ammalò e così Piero Pulina diventò, malgré soi, il libraio più conosciuto e più amato di Sassari. Sposando Mariella, la figlia di Giovanni Cocco, il più grande librario sardo del Novecento, il suo destino era segnato», scrisse sulla Nuova l’amico Manlio Brigaglia quando Piero Pulina, nel 2007, si ritirò lasciando l’attività alla figlia Chicca.

Era tutt’altro che un semplice commerciante, dottor Pulina. Bastava intrattenersi pochi minuti in libreria per rendersi conto che quel luogo era un crocevia di scambi culturali. C’era chi passava quotidianamente a trovarlo ma anche chi, appena capitava a Sassari, si faceva vedere per poter fare due chiacchiere con il librario di fiducia, per chiedergli un consiglio, per confrontare un’opinione. Pulina aveva una risposta per tutti, forte di una cultura spessa così che lasciava solo intravedere dalle battute sempre pronte, dalla capacità sorprendente, ad esempio, di scovare negli scaffali antichi il libretto di un’opera lirica sconosciuta dopo che un cliente gli aveva canticchiato il frammento di un’aria nell’orecchio. Si sentirà eccome la mancanza di dottor Pulina. Perché è stato un grande commerciante, un grande librario e - così lo ricordano tutti - un gran signore.

Fonte: La Nuova Sardegna


Sarda News non rappresenta una testa giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.



Booking.com







Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT