Sarda News - Notizie in Sardegna

Cala il sipario sul San Teodoro jazz festival

Terza ed ultima giornata in Gallura. Domani, in Piazza Gallura a San Teodoro, in scena il progetto La Squadra, con al centro Matteo Pastorino, Filippo Bianchini, Igor Spallati, Armando Luongo ed Ugo Alunni. Nel dopoconcerto, spazio al quartetto MJM project

Cala il sipario sul San Teodoro jazz festival

SAN TEODORO - Cala il sipario sulla terza edizione del San Teodoro jazz festival, rassegna dedicata alla musica di matrice afroamericana (con particolare attenzione ai nuovi talenti ed alle nuove proposte) nata dalla passione del musicista teodorino Matteo Pastorino e supportata dal Comune di San Teodoro per celebrare nel cuore della Gallura il genere di matrice afroamericana nel caratteristico borgo di San Teodoro fino a domani, lunedì 3 settembre. L’ultimo giorno del festival vedrà protagonista sul palco centrale di Piazza Gallura l’ensemble La Squadra, in scena alle 21.30 con Matteo Pastorino ai clarinetti, Filippo Bianchini al sax tenore, Igor Spallati al contrabbasso, Armando Luongo alla batteria e percussioni ed Ugo Alunni alla batteria.

Il progetto nasce dalla collaborazione dei cinque musicisti, che hanno scelto di esplorare e condividere nuove culture musicali apprese ed approfondite studiando in conservatori di differenti città europee come l’Aia, Bruxelles, Berlino e Parigi. L’ensemble è caratterizzato dalla presenza di un'importante sezione ritmica con due batterie ed un contrabbasso, a supporto delle melodie dei clarinetti (basso e soprano) e del sassofono tenore. La musica proposta si basa su composizioni originali dei membri del gruppo, più brani di colleghi musicisti che hanno arrangiato la propria musica adattandola per l’ensemble (tra questi Lorenzo Agnifili, Domenico Sanna, Marco Bardoscia e Piergiorgio Pirro, tra gli altri, che saranno coinvolti nei progetti futuri della band). Le sonorità del gruppo spaziano dai ritmi tribali, enfatizzati dalla presenza di due batterie, passando per atmosfere rarefatte e ricche di colori (elemento caratterizzante la formazione è indubbiamente l’assenza di uno strumento armonico).

A chiudere il festival con l’ultimo degli appuntamenti dopoconcerto, alle 23, la formazione MJM project composta da Paolo Corda alla chitarra, Marco Bande al pianoforte, Marco Occhioni al contrabbasso e Jacopo Careddu alla batteria. Nato agli albori del 2017, l’ensemble ricerca sonorità che affondano nella storia e nella tradizione più pura del trio, ispirandosi alle formazioni di vere e proprie pietre miliari del genere come Red Garland, Oscar Peterson, Wynton Kelly, Sonny Clark e Bill Evans, tra gli altri. Sul palscoscenico del San Teodoro jazz festival, la formazione presenterà un repertorio composto da standard del jazz interpretati in chiave swing/hard bop e composizioni originali di recente stesura.

Il San Teodoro jazz festival è organizzato dall’Associazione culturale San Teodoro jazz, con il patrocinio ed il supporto del Comune di San Teodoro, in collaborazione con sponsor privati. L'ingresso al San Teodoro jazz festival è gratuito.

Nella foto: La Squadra

Commenti

Vedi su Alguer.it


Sarda News non rappresenta una testa giornalistica in quanto viene aggiornato senza alcuna periodicità nei suoi contenuti originali. La responsabilità del contenuto degli articoli importati dai feed rss è totalmente a carico della reale fonte dell'informazione indicata al termine di ogni notizia.








Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT