Il Birralguer va in doppia cifra. Da giovedì 26 a sabato 28, la decima edizione del Sardinia craft beer festival, uno dei più importanti e longevi festival sardi dedicati birra artigianale. Nel 2012 l’associazione di promozione turistica “BeachGroup Alguer”, ideatrice e organizzatrice, aveva iniziato con un piccolo evento e oggi a sei anni di distanza prepara un’edizione dalla visione internazionale e multiculturale

Birralguer, decima edizione internazionale e multiculturale

ALGHERO - Il Birralguer va in doppia cifra. Da giovedì 26 a sabato 28 luglio, la decima edizione del Sardinia craft beer festival, uno dei più importanti e longevi festival sardi dedicati birra artigianale. Nel 2012, l’associazione di promozione turistica “BeachGroup Alguer”, ideatrice ed organizzatrice, aveva iniziato con un piccolo evento ed oggi, a sei anni di distanza, prepara un’edizione dalla visione internazionale e multiculturale. Anche quest’anno saranno tre i giorni di musica, street food, artigianato e birre nel prestigioso scenario del Forte della Maddalena, ma con importanti novità in tutti i settori della manifestazione.

I numeri, anno dopo anno, si fanno sempre più complessi, a partire delle circa quaranta diverse birre presenti, nove progetti musicali, dieci stand dedicati al food e, per la prima volta, una truck zone. L’idea di incontro tra diverse tradizioni la si vede già nella scelta dei birrifici, ai sei produttori sardi (Dolmen di Uri, Seddaiu di Thiesi, Nora di Oliena, Lara di Tertenia, Isola di Thiesi e Bam di Mogoro) si affiancano tre importanti ospiti nazionali ed internazionali. Dalla Penisola, arriva Free Lion Brewerey, storico birrificio laziale, dai territori cugini della Catalunya e per la prima volta in Sardegna la Cerveceria Artisana Guineu e, infine, gli italotedeschi e main sponsor dell’evento Birra Kühbacher, produttori della birra bavarese dal cuore italiano.

La sezione musicale si articola in più di sei ore di concerti live al giorno per un totale di quasi venti ora di musica dal vivo e selezioni. La line up è composta da importanti progetti di richiamo, che arrivano geograficamente da tutta l’Isola, alcuni dei quali con alle spalle esperienze a livello internazionale, come i Chichimeca e Paolinho. Nella tre giorni della kermesse sul palco nel Forte della Maddalena, andranno in scena Clan Banlieue, Scacco matto, Chichimeca, Cover garden, Baya fun stereo ft. Paolinho, I Timidi ubriachi, Carletto e i suoi Mostri e Tasinantska. Alle tradizioni culinarie ed alla cultura gastronomica sono dedicati gli stand dello Scalo Tarantiello e quelli interni alla fortificazione. I sapori della Riviera del corallo e della Sardegna fanno da padroni di casa ed incontrano i profumi di altre zone dell’Italia, dalla Sicilia alla Campania. Inoltre, la sezione street food avrà una novità: ad accogliere i partecipanti, la truck zone dedicata alla cultura del mangiare e bere di qualità su quattro ruote.

Nella decima edizione, il Birralguer sbarcherà sul porto, luogo di viaggiatori e collegamento tra Alghero ed altri popoli. A rappresentare in modo tangibile questo ponte, gli artigiani e le loro creazioni. La banchina Garibaldi sarà trasformata in una galleria artistica ed artigiana, che da un lato mette in mostra le tradizioni della Sardegna e dall’altra diventa un’altra porta di accesso alla manifestazione. Con questa decima edizione, il Birralguer-Sardinia craft beer festival si conferma evento di chiara importanza nel mondo brassicolo italiano, grazie soprattutto alla volontà degli organizzatori e dei propri partner pubblici (il Comune di Alghero e la Fondazione Alghero) e privati di guardare oltre, all’incontro di culture e tradizioni internazionali.

Commenti

Vedi su Alguer.it







Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie

https://www.EuAutoPezzi.IT