sardanews

Questa mattina nei pressi del Mercato San Benedetto a Cagliari alcuni preti della parrocchia di Santa Lucia hanno confessato diversi fedeli all'aperto.

Con Il cartello “confessioni gratis” hanno attirato molti clienti del mercato.

Ci segnalano che le confessioni sono state accompagnate dalla musica del noto musicista di strada "Franco" che allieta i passanti con il suo repertorio musicale Neomelodico piazzandosi con chitarra e cassa amplificata nei pressi dell'edicola di San Benedetto.

Una situazione bizzarra ed insolita che ha riscosso tanta curiosità tra i passanti.

Tiscali ha chiuso il primo semestre 2017 in utile per la prima volta nella sua storia con un risultato consolidato positivo per 24,5 milioni contro una perdita di circa 45 milioni del precedente esercizio, influenzato dall'effetto positivo, pari 43,8 milioni, da operazioni non ricorrenti (la plusvalenza di cessione del ramo d'azienda B2B a Fastweb) e con un patrimonio netto consolidato negativo di 143 milioni (167 milioni a fine 2016). Previsto un risultato positivo anche per l'intero 2017 e confermati i target.

    Al 30 giugno il gruppo mostra un indebitamento finanziario lordo pari a 194,2 milioni e passività correnti superiori alle attività correnti (non finanziarie) per 136,6 milioni. I ricavi dei primi sei mesi sono stati di 103 milioni (+6,9%). Il risultato operativo lordo è di 14,4 milioni, in crescita del 16,3% rispetto al primo semestre 2016 e al di sopra dei target 2017 (+8/12%) comunicati al mercato lo scorso luglio.

Questi i Risultati del primo semestre 2017 diffusi dall'azienda: 

-     Risultato netto positivo per euro 24,5 milioni – Si tratta del primo semestre, dalla fondazione aziendale, in cui il risultato netto è positivo. Si conferma così la tendenza che porterà anche al primo utile netto nel bilancio annuale 2017. 

       Ricavi per euro 103,6 milioni in crescita del 6,9% rispetto al primo semestre 2016, nella parte alta della forchetta dei target 2017 (+5/8%) comunicati al mercato lo scorso luglio:

   +1,7% la crescita dei ricavi del segmento “Broadband Fisso” (a euro 68,4 milioni) rispetto al primo semestre 2016, dato che torna positivo per la prima volta dopo oltre un lustro. 

-       EBITDA a euro 14,4 milioni in crescita del 16,3% rispetto al primo semestre 2016, ampiamente al di sopra dei target 2017 (+8/12%) comunicati al mercato lo scorso luglio. 

-       Ulteriore conferma del trend di crescita della clientela sia nella banda Ultralarga (Fibra e Fixed Wireless Access) che nel Mobile, grazie a nuove strategie di Marketing&Sales: 

o   +32 mila clienti (+8% su primo semestre 2016) nel segmento Broadband Fisso.

o   +56 mila clienti (+37% su primo semestre 2016) nel segmento Mobile.

o   Circa 58 mila clienti UltraBroadband, di cui circa 36 mila clienti LTE Fixed Wireless (Wireless Fiber To The Home – WFTTH) e circa 22 mila in Fibra (FTTX) 

-       Forte riduzione dei costi del personale (- 4,2 milioni di euro rispetto al primo semestre 2016) per effetto della riduzione del -27% (- 268 unità) dell’headcount rispetto a dicembre 2016.

-      Deployment delle Base Stations WFTTH LTE in linea con le previsioni: circa 300 Base Stations LTE installate a giugno 2017 all’interno del progetto di migrazione da Wimax a LTE la cui conclusione è prevista entro fine anno.

L'ARTICOLO CHE CERCAVI NON E' PIU' DISPONIBILE

PER VISUALIZZARE ULTERIORI ARTICOLI CONSULTA 

L'HOME PAGE

PER SEGNALARE UN ERRORE SCRIVI A Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. 

Notizia che in Tanti vorrebbero fosse vera ma è una Bufala

I creatori di bufale non si fermano davanti a nulla nemmeno davanti ad una tragedia come quella della morte della povera Noemi. Ecco che appare sui social una bufala che annuncia:
Il fidanzato assassino,pestato violentemente in carcere dai compagni di cella,la situazione
L’articolo parte dal sito Rivoluzione ora o mai più che pubblica questo articolo, che però è totalmente inventato:

Il fidanzato assassino, pestato violentemente in carcere dai compagni di cella, la situazione
Notizia che ha dell’incredibile,il ragazzo che è stato trasportato ieri in carcere,dopo aver rischiato il linciaccio dalle presone presenti,è stato picchiato pesantemente dai compagni di cella,riportando tumefazioni in varie parti del corpo,solo il pronto intervento di due poliziotti carceriari,hanno impedito il peggio.Il ragazzo è stato trasportato in infermieria,e dopo essere stato curato,è stato messo in isolamento,perchè il rischio che il fatto si ripeta è altissimo,quindi si prospetta una vita non facilissima in galera per lui.Sicuramente adesso avrà modo di pensare a quello che ha fatto,e probabilmente quella faccia da sbruffone che aveva al momento dell’arresto,è svanita definitivamente.

L’articolo ovviamente cavalca la rabbia e l’indignazione riguardo al tremendo crimine compiuto dal giovane 17 enne nei confronti della sua fidanzata Noemi.

Gli autori del sito non sono nuovi a bufale di questo genere come quella praticamente identica sul caso di stupro avvenuto a Rimini qualche tempo fa, in questo articolo (anch’esso frutto della fantasia dei suoi autori.):

Bufala Stupro di Rimini : il maggiorenne arrestato, pestato a sangue in carcere dai detenuti,i retroscena sono…
In tanti hanno condiviso questi articoli sui loro social inneggiando ad una giustizia sommaria che in un paese civile non può e non deve esistere.

Il sito Rivoluzione ora o mai più non presenta una sezione Informazioni ne è possibile trovare fra le sue pagine un Disclaimer ovvero una dichiarazione di responsabilità sui contenuti pubblicati dal sito per cui non è possibile capire se si tratta di una testata giornalistica o di un sito satirico.

Fonte: Bufalepertuttigusti

che quest'anno si rinnova l'appuntamento con "La festa della famiglia".

Organizzata dal Comitato San Giuseppe in Collaborazione con la ProLoco Sinnai con il Patrocinio dell'Assessorato Turismo e spettacolo del Comune di Sinnai, la festa si svolgerà Domenica 27 Agosto 2017 a partire dalle ore 20.00 con la Santa Messa nel piazzale della Chiesa con tutte e famiglie che rinnoveranno le promesse matrimoniali 

Alle ore 21.30 partirà la cena comunitaria sotto le stelle e l'animazione in Piazza con Karaoke a cura di Matteo Rubiu e Balli di Gruppo con "Solanas Dance" in compagnia di Martin e la scuola di ballo Asd Martin's Latin Club.

Un momento di aggregazione sociale per residenti, turisti ed amici con l'allegria e ospitalità che solo Solanas può offrire. A tutti coloro che parteciperanno alla festa, con un contribuito, verrà offerta la cena a base di prodotti tipici sardi. Quindi non prendete impegni, il 27 Agosto 2017 tutti a Solanas, Vi Aspettiamo numerosi! Per Informazioni rivolgersi al Sign. Salvatore Monni cell. 3282791326

 

Alla sua quarta edizione torna la sagra Su Pani e Sa Tomata, organizzata dall’associazione turistica Pro loco Marese.

Il programma di due giornate, Sabato 30 Settembre e Domenica 1 ottobre , che si svolgerà nel piazzale della chiesa di Maracalagonis, ha lo scopo di far riscoprire ai partecipanti la cultura e le tradizioni del luogo attraverso esposizione dei prodotti tipici locali, degustazioni dei vini e dei prodotti tipici agroalimentari, laboratori e musica .

 

Sulla Locandina il programma completo!
 

 

Migliaia di persone hanno affollato Piazza Santa Maria ad Oliena (NU) per il grande concerto gratuito di Francesco Gabbani.

Il cantante Toscano, Vincitore di Sanremo ha concluso i festeggiamenti in onore di San Lussorio organizzati dal Comitau Santu Lussugliu Uliana.

Una grande festa che ha visto sul palco grandi Artisti come il dj Gabry Ponte.

Un grande successo dovuto alla grande partecipazione della popolazione del centro di poco più di 7100 abitante, che unendo le forze, grazie alla presenza anche di di tanti giovani, riesce ad organizzare eventi di alto livello artistico.

È considerato il gruppo italiano beat più importante e popolare.

Chi non ricorda i celebri brani "Io ho in mente te", "29 Settembre" o "Tutta mia la città".

Il gruppo nato a Modena nel 1962 sarà live in un concerto gratuito presso la Piazza Santa Barbara a Sinnai, Sabato 23 Settembre 2017 in occasione dei festeggiamenti in onore dei Santi Cosma e Damiano.

Un salto nel passato, per rivivere i grandi successi di sempre reinterpretati dagli stessi autori che hanno fatto la storia.

La Storia

L’Equipe 84, vero e proprio “simbolo” del periodo beat italiano, nasce a cavallo del 1963. La line up originaria è composta da Alfio Cantarella alla batteria, Franco Ceccarelli alla chitarra ritmica e voce, Victor Sogliani al basso e voce, e Maurizio Vandelli alla chitarra solista e voce. Dopo circa due anni di lavoro in balere e night club come orchestra di base, il gruppo incide il suo primo 45 giri: “Quel che ti ho dato”/“Papà e Mammà”. Nel giro di pochi mesi il singolo entra in classifica, e da quel momento inizia la straordinaria storia dell'Equipe.

Nel 1965 i quattro inaugurano, in coppia con i Rokes, il mitico Piper di Roma, dove continueranno a esibirsi anche in seguito alternandosi ai vari “complessi” di quel periodo. Nel 1966 registrano la celeberrima “Io ho in mente te”, che li porta alla vittoria del Cantagiro e alla grande notorietà. C’è poi la fortunata collaborazione con Mogol-Battisti, che porta all’incisione di autorevoli evergreen quali “29 settembre”, “Nel cuore nell'anima” e “Ladro”. Inoltre il cantautore emiliano Francesco Guccini, vecchio amico dell’Equipe 84, scrive per loro “Auschwitz”, “L’antisociale” ed “E’ dall’amore che nasce l'uomo”.

Seguono ancora importanti successi come “Bang Bang”, “4 marzo '43” (in coppia al Festival di Sanremo con Lucio Dalla, che li farà piazzare in terza posizione nella graduatoria finale), “Casa mia”, ”Una giornata al mare”, “Tutta mia la città”, “Nel ristorante di Alice”, “Un angelo blu” e “Pomeriggio ore sei”. Tutti brani che oggi la band ripropone abitualmente in concerto. Nel 1984, dopo lo scioglimento di tre anni prima, Franco Ceccarelli e Victor Sogliani ricostituiscono l'Equipe 84 dando la priorità alle esibizioni dal vivo perché amano il rapporto con il pubblico e la vita “on the road”.

Da questo momento, come è capitato a tutti i gruppi storici della nostra nazione, è un continuo succedersi di musicisti capitanati alla fine dal solo Ceccarelli (Sogliani ci lascerà nel 1995), fino a trovare la definitiva stabilità nel 2005 con l'ingresso di Tony Mione (chitarra e voce), Lorenzo Lanciotti (piano, tastiere e voce), Giuliano De Leonardis (basso) e Andrea Martella (batteria). Nell’arco di sette anni, l’Equipe 84 tiene più di cinquecento concerti, fino a quando Franco Ceccarelli scompare il 21 dicembre 2012, all’età di 70 anni, lasciando il gruppo con un solo desiderio: continuare a girare in lungo e in largo la penisola portando sempre in alto il nome e la storia dell'Equipe 84.

Ed è proprio ciò che oggi fa l’Equipe 84 – La storia, sbalordendo il pubblico con il suo elevatissimo tasso professionale e l'attenzione al programma storico dell'Equipe 84 grazie a elaborazioni da autentiche star. È recentemente uscito un album (intitolato “Eufonia Equipe”) con le maggiori hit della formazione più due inediti, uno dei quali si intitola “Il Maestro” ed è dedicato proprio al compianto Franco. “Eufonia Equipe” è diventato anche il nome del nuovo tour dell’Equipe 84, che si appresta a esibirsi in tutta Italia e non solo. La leggenda, dunque, continua anche ai giorni nostri.

per maggiori informazioni http://www.equipe84lastoria.com 

SARDARA “SU TRIGU ARISEU OI E CRAS” – XI SAGRA DEL GRANO - 2 e 3 settembre 2017

Il programma prevede il convegno: OPPORTUNITA' DI REDDITO NELLA TRADIZIONE AGRICOLA (sab 2 ore 9:30 P.za Lussu), con la partecipazione degli esperti delle agenzie regionali e dell'assess.regionale agricoltura. Il convegno è innanzitutto un momento di riflessione sullo stato dell'arte della nostra economia legata alla coltivazione del grano. La globalizzazione va avanti spedita con le sue nefaste conseguenze così il nostro pane e la nostra pasta sono sempre più fatte con grano estero; e il nostro frumento di qualità superiore? E gli agricoltori? Possiamo ancora definire sardo un prodotto fatto con materia prima non sarda? Possiamo lavorare sulle filiere per assicurare un reddito a chi lavora nel settore? Il territorio è una risorsa?... Presentazione Comitato biodiversità TERRAS ARRÙBIAS e dell'Accademia della CATALUFA TZACARRAMANU di Sardara. Degustazione guidata del nostro pane.

   Domenica laboratori tematici: laboratorio di panificazione e degustazione de su civraxu e de sa frègula Mostra fotografica-etnografica "Memorie del lino" - Laboratorio di Tintura Naturale della lana - degustazione di piatti tipici del territorio a base di prodotti. Presentazione de “is catalufas tzacarramanu" prodotto tipico sardarese inserito recentissimamente nell'elenco nazionale prodotti agroalimentari tradizionali (Accademia Catalufa Tzacarramanu-Azienda Agricola Ecosostenibile SA LAURERA). La sfida sarà quella della valorizzazione economica di questo prodotto. Laboratorio ore 11:00 P.za Lussu e successiva degustazione.

   La sagra si svolge nel bellissimo centro storico di Sardara, borgo de “Àcua e Perda” (che merita una visita a parte) in contemporanea con la festa di San Gregorio.

https://www.facebook.com/events/496637200671023/?ti=cl

 

Sa pro loco proponnit ocannu puru “su trigu ariseu oi e cras”, sa de XI sagras de su trigu. Su coru de su programa est su cumbènniu: OPORTUNIDADIS DE RÈDDITU IN SU CONNOTU DE SA LAURERA (sab 2 a is 9:30 P.tza E.Lussu), pigant parti spertus de is agentzias regionalis e s’assess.regionali a sa laurera Pierluigi Caria. Su cumbènniu, coordinau de Gianni Ibba diretori Argea, est primu de totu su momentu po si firmai a pensai a su stadu de s’economia nosta acapiada a su trigu. Sa globalizatzioni andat ainnantis a passus lestrus cun is cunsighentzias malas cosa sua, aici su pani e sa pasta cosa nosta funt fatas sempri de prus cun trigu furisteri; e sa farra nosta de mellus calidadi? E is messajus? Podeus sighiri a ddi nai sardu a unu prodotu fatu cun materia prima allena? Podeus traballai asuba de is fileras po assegurai unu rèdditu a is chi traballant in su setori? Est un’arrichesa su territòriu? Totu chistionis chi eus a arrexonai cun is spertus in su cumbènniu. Presentada de su Comitau biodiversidadi TERRAS ARRÙBIAS e de s'Accademia della CATALUFA TZACARRAMANU ambaduas de Sàrdara. Funt invitaus is giòvanus chi ant sceberau su cursu de stùdius acapiaus a sa messarìtzia. A cabu de su cumbènniu unu spertu de pani s'acumpàngiat a sa tastadura de su pani nostu.

   Domìnigu unus cantu laboratòrius cumpletant sa sagra: laboratòriu de fai pani cun tastadura de su civraxu e de sa frègula a incuru de Arte Bianca. Amosta fotogràfica-etnogràfica "Memorie del lino" - Laboratòriu de Tingidura Naturali de sa lana - tastadura de su mandiari nostu fatu cun prodotus biodiversus a incuru de su Comitau Biodiversidadi TERRAS ARRÙBIAS. Dulcis in fundo presentaus is "Catalufas tzacarramanu" prodotu sardaresu schetu intrau de pagu in sa lista natzionali de prodotus agroalimentaris de su connotu, a incuru de s’Accademia della CATALUFA TZACARRAMANU (cun sa sienda Messaja Ecosustenìbili SA LAURERA). Sa scumissa est cussa de arrennesci a promovi economicamenti custu prodotu. Laboratòriu a is 11:00 P.zza Lussu e agoa si tastant is CATALUFAS.

   Sa sagra si fait in su centru stòricu nodiu de Sàrdara a sa pròpiu ora e logu de sa Festa de Santu Gregoi.

 

  The pro loco turistic association even this year proposes "su trigu ariseu oi and cras" the 11th grain festival. The program includes in its central part the conference: OPPORTUNITY OF INCOME IN AGRICULTURAL TRADITION (Sat 2 h 9.30 am E.Lussu Square), with the participation of experts from the regional agencies and the regional assessor at agriculture Pierluigi Caria. The conference, coordinated by Gianni Ibba, Director Argea, is first of all a moment of reflection on the state of the art of our economy related to wheat cultivation. Globalization goes forward with its disastrous consequences so our bread and our pasta are increasingly made with foreign grain; and our top quality wheat? And the farmers? Can we still define Sardinian a product made with non-Sardinian raw material? Can we work on supply chains to ensure income to those who work in the industry? Is the territory a resource? All issues that will be addressed by experts at the conference. Presentation of the Biodiversity Association TERRAS ARRÙBIAS and the Academy of CATALUFA TZACARRAMANU both from Sardara. Young people who have taken the course of studies related to agriculture are invited. At the end of the conference we provide a guided tasting of our bread.   On Sunday, several thematic workshops complete the festival: a baking and tasting workshop on civraxu and de frègula by Arte Bianca. Photographic-Ethnographic Exhibition "Linen Memories" - Natural Wool Dyeing Workshop - tasting of local dishes based on biodiversity products - TERRAS ARRÙBIAS biodiversity Association. Finally will be presented "is catalufas tzacarramanu" a typical Sardinian product recently introduced in the national list of traditional agro-food products, organized by the CATALUFA TZACARRAMANU Academy (with the Azienda Agricola Ecosostenibile SA LAURERA). The challenge will be the economic valorisation of this product - Laboratory at 11:00 E. Lussu Square and subsequent tasting.   The festival takes place  in the beautiful historic center of Sardara, in conjunction with the feast of San Gregorio.

La quarta rivoluzione industriale corre veloce spinta da una corrente digitale in continua evoluzione. In questo scenario, nonostante le difficoltà economiche ed i dati poco confortanti sull’occupazione, le imprese italiane, soprattutto le Piccole e Medie Imprese, ed in particolar modo quelle della Sardegna, devono avere il coraggio di andare oltre ed investire a favore della digitalizzazione.

I voucher per la digitalizzazione delle PMI

Per gli esperti ai lavori, infatti, solo facendo questo grande passo verso la digitalizzazione le imprese italiane saranno in grado di competere con quelle dell’Europa e del Mondo. Le nuove tecnologie, infatti, sono in grado di ottimizzare i tempi ed i costi delle aziende, creando nuove figure professionali e nuove possibilità di guadagno. Per fare ciò sono in arrivo i voucher per la digitalizzazione delle PMI che faranno il loro debutto entro la fine dell’anno. Questi voucher, approvati con il Decreto Destinazione Italia, potranno essere utilizzati dalle micro, piccole e medie imprese che potranno utilizzare i 10 mila euro per l’acquisto di software, hardware e PC. Ci sono, infatti, strumenti che le nostre aziende hanno da sempre utilizzato, ma che si sono evoluti nel tempo. Un esempio? Il fax, diventato ormai digitale e disponibile sui vari dispositivi tecnologici. Per le aziende sarde è un addio, quindi, al caro vecchio fax inteso come supporto fisico da tenere in ufficio. Con il fax online è possibile inviare qualsiasi tipo di documento stando seduti comodamente al pc, usufruendo di un risparmio in termini di consumo elettrico, di acquisto del supporto fisico e della linea telefonica dedicata.

Come funzionano i voucher digitalizzazione PMI

I fondi a disposizione delle piccole e medie imprese per iniziare il processo di digitalizzazione è in totale di 100 milioni di euro. L’obiettivo del Ministero dello Sviluppo Economico è di incentivare le aziende a investire nella loro digitalizzazione. Questo perchè, come detto, per restare competitive in un mercato sempre più globale è necessario avere almeno un sito internet e aprire un e–commerce. Senza i software e l’hardware adatto, riuscire a vincere questa sfida è quasi impossibile. I voucher per la digitalizzazione sono rivolte alle micro, piccole e medie imprese di otto Regioni del Mezzogiorno: Abruzzo, Basilicata, Calabria, Campania, Molise, Puglia, Sardegna e Sicilia. Non è escluso, però, che nei prossimi mesi lo strumento venga reso disponibile per le Piccole e Medie Imprese di tutto il Bel Paese. Oltre al requisito territoriale, ci saranno altre regole da rispettare. I voucher digitalizzazione PMI, infatti, non sono rivolti a tutte le aziende. Sono infatti escluse quelle che operano nell’agricoltura, nella pesca e nell’acquacoltura. Inoltre non devono essere sottoposte a procedura fallimentare.

Con i voucher si potrà acquistare hardware, software o consulenze per avviare il processo di digitalizzazione della PMI o per la modernizzazione dell’impianto di produzione. Inoltre, si potranno acquistare computer per facilitare il telelavoro dei propri dipendenti, oltre che per realizzare degli e–commerce. Sono ammesse anche le spese per le infrastrutture tecniche per la banda larga e ultralarga. I voucher, infine, finanziano anche i corsi di formazione dei dipendenti delle Piccole e Medie Imprese.

Battuta dal vento in ogni stagione, bagnata da un mare limpido e cristallino, baciata dal caldo sole italiano, la spiaggia di Solanas, incastonata sulla costa sud della Sardegna, è la meta ideale per i surfisti e per i sub. Un mondo incantato sopra e sotto l’acqua, da vedere almeno una volta nella vita!

Secondo il sito Skyscanner è la sesta spiaggia più bella della Sardegna.

Ecco le 15 Spiagge più belle

1 CALA MARIOLU \ Punta Ispulgi - Baunei - Ogliastra

Sassolini, scogli e rocce franate, lambiti da un’acqua trasparente, da far invidia a quella dei paradisi tropicali che conoscono tutti: questa è Cala Mariolu. Il nome deriverebbe dalla presenza della foca monaca, ghiotta del pesce (tanto da essere ribattezzata “mariòla”, “ladra”) che gli uomini del luogo riuscivano a pescare con fatica. Una delle perle del Golfo di Orosei, dal fondale basso, di sassolini e sabbia rosa a tratti, una delle più belle spiagge in Italia in cui trascorrere momenti indimenticalbili!

Cliccate sulla foto e scoprite i 10 Viaggi in Camper da fare in Italia

2 CALA SPINOSA \ Santa Teresa Gallura – Olbia-Tempio

Si giunge qui dopo aver percorso sentieri ripidi, ma l’attesa e la fatica saranno ripagate. Riparata da costoni di roccia granitica, questa meravigliosa spiaggia nella località di Capo Testa, vi farà impazzire! Una piccola caletta segreta solo per voi, in cui fare un bagno rinfrescante tra acque di mille sfumature, dall’azzurro, fino allo smeraldo. I massi di roccia lambiscono questo tratto solitario di costa e rendono Cala Spinosa uno dei punti più interessanti del litorale per gli amanti delle immersioni subacquee. Che altro aggiungere... non dimenticate di portare con voi maschera e pinne! Noi siamo giù lì!

3 CALA COTICCIO \ Isola di Caprera – Olbia-Tempio

Una spiaggia di sabbia bianca e sottile, un mare dalle mille sfumature turchesi e splendide sculture di roccia rosata tra cui crescono piante di ginepro, cisto e lentisco. No, non è un sogno: è Cala Coticcio, a nord-est dell’isola di Caprera! L’isola è nota anche a livello storico, perché Garibaldi ha trascorso qui gli ultimi 26 anni della sua vita, dunque fate anche un salto al Compendio Garibaldino, dove troverete la tomba e la Casa Bianca, sua residenza. Natura e storia vi aspettano, e voi cos’aspettate a partire?

4 TUERREDDA \ Teulada – Cagliari

Un’insenatura paradisiaca tra Capo Malfatano e Capo Spartivento, un piccolo universo di pace in cui dimenticarvi la frenesia della città: Tuerredda è il luogo ideale per lunghe e rilassanti nuotate, grazie al suo mare limpidissimo, con temperature sempre abbastanza alte. Proprio di fronte alla spiaggia, l’omonimo isolotto è raggiungibile a nuoto in pochi minuti ed è una perla anche per la sua vegetazione: l’interno è ricoperto di macchia radente e profumata. Fateci un pensierino!

5 LA PELOSA \ Stintino – Sassari

Protetta dalla barriera naturale dei faraglioni di Capo Falcone, dall’isola Piana e dall’Asinara, che la contornano, questa è una spiaggia di rara bellezza. situata nei pressi di Stintino, si distingue per i suoi fondali dai colori talmente brillanti e vivaci da sembrare dipinti. Di fronte alla spiaggia si trova l’isoletta con la torre della Pelosa, che dovrebbe dare il nome alla zona. In realtà, più popolarmente l’area pare si chiami così per la sua strana vegetazione a forma di ciuffi lunghi e sottili. Essendo molto conosciuta, è affollatissima in alta stagione. Magari fate un salto a settembre, è sempre bellissima!

6 SOLANAS \ Sinnai – Cagliari

Battuta dal vento in ogni stagione, bagnata da un mare limpido e cristallino, baciata dal caldo sole italiano, la spiaggia di Solanas, incastonata sulla costa sud della Sardegna, è la meta ideale per i surfisti e per i sub. Un mondo incantato sopra e sotto l’acqua, da vedere almeno una volta nella vita!

7 SCOGLIO DI PEPPINO \ Castiadas – Cagliari

C’era una volta Peppino, un pescatore sardo che amava lavorare, riposarsi e riflettere su un chiarissimo scoglio di roccia granitica, sopra il quale passava gran parte delle sue giornate. Oggi quello scoglio porta il suo nome e delimita il confine di spiaggia tra i comuni di Muravera e Castiadas. Luogo privilegiato per il mare stupendo e per il fondale che degrada lentamente. Il paesaggio è di quelli da cartolina, per cui: spegnete il cellulare, chiudete la valigia e portate con voi le persone che amate: tre, due, uno…si parte!

8 RENA MAJORI \ località Rena Majore, Aglientu – Olbia-Tempio

Il vento, l’acqua e il tempo sono gli autori di un paesaggio da sogno: nell’Aglientu, Rena Majori vi stupirà col suo arenile di sabbia chiarissima circondato da scogli scuri, rocce di granito e morbide dune di rigogliosa vegetazione. Una fitta pineta alle spalle della spiaggia vi offrirà un riparo nelle torride giornate estive. Riempitevi gli occhi!

9 CALA GOLORITZÉ \ Baunei – Ogliastra

Dichiarata Monumento Naturale della Regione Sardegna e poi Monumento Nazionale Italiano, Cala Goloritzé, assolutamente incontaminata e selvaggia, è un gioiello di inestimabile valore. Si trova nella parte sud del Golfo di Orosei, in provincia dell'Ogliastra. Nata da una frana, la cala è famosa per il pinnacolo di quasi 150 metri che la sovrasta, particolarmente amato dai climbers per l'arrampicata sportiva. L'arenile, di piccoli ciottoli bianchi e sabbia, è raggiungibile via mare o con un sentiero che dall'altopiano del Golgo giunge alla spiaggia. Il posto è di quelli magici già solo per la bellezza naturalistica, ma la presenza del Falco della regina, che ha scelto questa zona per nidificare, lo rende sicuramente unico al mondo. Non potete proprio perdervi questa caletta, tra le più belle del Mediterraneo!

10 CALA DOMESTICA \ Buggerru – Carbonia-Iglesias

Tra le bianche falesie della costa sudoccidentale, l'insenatura di Cala Domestica, col suo fondo di sabbia sottile mista a ghiaia, si trova in un'ex zona mineraria (tuttora sono visibili i magazzini e i depositi dei minerali). Tramite coreografiche gallerie si accede a piccoli tratti di spiaggia riparati e intimi, come la cosiddetta Caletta, nella quale si trova la foce di un torrente. Sicuramente una delle più belle spiagge in cui trascorrere le vacanze e vivere momenti che non dimenticherete più.

11 SU GIUDEU \ Chia, località Capo Spartivento – Cagliari

Affacciata sulla baia di Chia, insieme alle spiagge Colonia, Porto Campana e S'Acqua Durci, Su Giudeu gode di un litorale lunghissimo a sabbia bianca, un mare da sogno e dune molto alte sulle quali si arrampicano secolari ginepri. Ricca di servizi, deve il suo nome all’isolotto di Su Giudeu, a soli 150 metri dalla riva, o, più simpaticamente, al polpo che nuota in queste acque. Pronti al tuffo?

12 SPIAGGIA ROSA BUDELLI \ Arcipelago di La Maddalena – Olbia-Tempio

Budelli è un’opera d’arte, una tela da preservare, tutelata da severi vincoli paesaggistici, ambientali e idrogeologici. Non potrete sostare a lungo sulla sabbia rosache l’ha resa famosa, ma è permesso visitare l’isola e fotografarla passando per un percorso attrezzato, accompagnati dalle guide del Parco. Sono i piccoli frammenti di gusci calcarei a donare alla sabbia la colorazione rosata e per questa sua particolarità Michelangelo Antonioni la scelse per girare una scena di "Deserto Rosso", suo primo film a colori. Un vero capolavoro della natura!

13 PUNTA MOLENTIS \ Villasimius – Cagliari

Sabbia candida e luminosa, scenografici resti di nuraghe alle spalle e un mare che non delude: Punta Molentis, che deve il suo nome agli asini (su molenti) usati per l'attività estrattiva del granito, molto abbondante in questa zona, fa parte dell'Area Marina protetta di Capo Carbonara. La caletta è un rifugio poco frequentato tutto da scoprire: godetevi qui le ore più belle della giornata e poi concedetevi una cenetta di pesce freschissimo nei ristoranti della zona. Non chiederete nulla di più.

14 CALA BRANDINCHI \ San Teodoro – Olbia-Tempio

A Cala Brandinchi, situata nell’Area Marina Protetta di Tavolara, sarete conquistati da un bellissimo contrasto cromatico: la pineta fresca e scura fa da contorno a una spiaggia bianchissima dalle acque turchesi. L’aria è profumata dagli aromi speziati del timo, del mirto e del rosmarino e l’atmosfera è di quelle da togliere il fiato: siamo certi che non vorrete più andar via.

15 PORTO GIUNCO \ Villasimius – Cagliari

Quella di Porto Giunco è una spiaggia che non teme confronti: un bosco di eucalipti che conduce a un mare tropicale, un litorale lunghissimo a sabbia chiara e lo stagno di Notteri alle spalle, in cui è facile vedere i fenicotteri rosa, che lo hanno scelto come habitat. Un piccolo Eden da esplorare: che voglia di partire!

La Classifica delle Spiagge più belle della Sardegna

Le 15 Spiagge più belle della Sardegna secondo la classifica di Skyscanner





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie