Reddito di inclusione sociale e sostegno al pagamento degli affitti: da domani, in pagamento le somme di dicembre negli sportelli del Banco di Sardegna

image

ALGHERO - In pagamento somme per complessivi 139mila euro dai Servizi sociali, gran parte di questi relativi ai contributi economici per il Reis. Da domani, venerdì 18 gennaio, negli sportelli del Banco di Sardegna, saranno disponibili i contributi economici relativi a tre diverse leggi dei settore.

Per la legge 23/2005 (sostegno abitativo), a favore dei ventotto beneficiari, l’importo pagato è di 8.750euro; per la legge 18/2016 (Reis), sono disponibili 118.979euro per 525 soggetti. Infine, ai quarantasei beneficiari della Legge 9/2004 spettano complessivamente 11.365euro.

Commenti

Fonte: Alguer

“Il Governo confermi gli accordi per il metano in Sardegna”
Intervento dell’assessore all’industria Maria Grazia Piras che manifesta timori

“Sulla questione energetica e sulla metanizzazione della Sardegna servono azioni concrete, non parole al vento. Lo chiedono i cittadini sardi, che ogni anno si ritrovano una bolletta energetica più cara del 30% rispetto a quella degli altri italiani, e lo chiedono le imprese, alcune delle quali sono sull’orlo della chiusura. La Giunta regionale ha fatto ciò che nessun altro esecutivo regionale ha fatto negli ultimi 30 anni: l’approvazione di un Piano energetico e la stipula di un Patto con lo Stato per avere il GNL nell’isola. Adesso occorre che il Governo dia seguito subito a quell’accordo, per non vanificare gli sforzi compiuti in cinque anni e non disattendere le richieste di sviluppo e di crescita della Sardegna”.

Lo dichiara l’assessora dell’Industria, Maria Grazia Piras.

“Ieri il vice premier Salvini, oggi il Ministro Toninelli: tutti ci forniscono la ricetta del Governo per la transizione energetica dal carbone ai nuovi modelli energetici. Peccato – afferma l’assessora Piras – che ognuno dica la sua e che, soprattutto, le posizioni non coincidano. Il ministro Toninelli afferma che la Sardegna sarà la prima regione libera dalle fonti fossili e si baserà sulle fonti rinnovabili. Non servono tanti soldi, dice il ministro”.

“Peccato però – sottolinea l’assessora Piras – che venga smentito dallo stesso Piano Energia e Clima che, scegliendo l’uscita dal carbone nel 2025, prevede interventi stimati, nella Strategia Energetica Nazionale, tra i 3,8 ed i 4,3 miliardi di euro, di cui 2,4 solo per l’ulteriore elettrodotto per la Sardegna. Per mantenere in sicurezza il sistema sardo sviluppando le energie rinnovabili e cessando di produrre energia da fonti fossili, è infatti necessario che vengano realizzate nuove infrastrutture energetiche. A tale proposito – ribadisce ancora l’assessora – nello stesso Piano Terna 2018, si afferma chiaramente che il sistema Sardegna, nello scenario di phase out dal carbone, presenta forti criticità e richiede notevoli interventi infrastrutturali, alcuni dei quali con una prospettiva temporale di realizzazione decennale”.

Giovedì, 17 gennaio 2019

L'articolo “Il Governo confermi gli accordi per il metano in Sardegna” sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Un caso di meningite infettiva da meningococco Y è stato registrato su un paziente ricoverato nella Rianimazione del Santissima Annunziata. Sul paziente, hanno fatto sapere i medici del reparto, giunto con un quadro altamente compromesso,  è iniziato l'accertamento di morte che si è concluso nella serata di ieri.
Il giovane, del Sassarese, era arrivato in Rianimazione dopo essere stato trasportato in codice rosso dal 118 al pronto soccorso del Santissima Annunziata.

La diagnosi di meningite infettiva da meningococco è arrivata subito. A fornirla è stata la struttura complessa di Microbiologia e Virologia, diagnosi confermata dalla struttura complessa di Igiene e controllo delle infezioni ospedaliere, che ha identificato il sierogruppo Y. È stata quindi avviata la profilassi antibiotica sugli operatori entrati a contatto con il paziente e – hanno fatto sapere dalla Rianimazione – è stata fatta denuncia alle autorità competenti per l'avvio delle azioni di profilassi sui contatti.

«In questi casi è importante fare subito la diagnosi con l'identificazione del sierogruppo e avviare la sorveglianza – afferma il professor Andrea Piana della struttura di Igiene ospedaliera dell'Aou sassarese –. Questo consente sia di confermare il sospetto clinico che si tratti di meningococco quindi effettuare la profilassi antibiotica dei contatti, sia di sapere quale sierogruppo è stato responsabile dell'infezione». Questo consente all'Igiene pubblica dell'Assl di orientare la corretta profilassi vaccinale. «L'informazione è stata inoltre trasmessa al Tavolo regionale per il controllo di questa infezione – continua il professore Paolo Castiglia, responsabile della struttura di Igiene dell'Aou –, attivato presso l'assessorato della Sanità e che si interfaccia con l'Istituto superiore di sanità e il Ministero per sorvegliare se alcuni genotipi stiano aumentando o riducendo la loro frequenza. In questo caso, si tratta del sierogruppo Y, più raro rispetto agli altri, che negli ultimi due anni è stato responsabile di altri due casi».

La struttura di Igiene ospedaliera dell'Aou sassarese è centro di riferimento per l'identificazione del sierogruppo, utile al fine dell'appropriata profilassi vaccinale, mentre l'Istituto superiore di sanità è il centro di riferimento nazionale che identifica i genotipi.

«Come previsto dalla normativa, l'Aou di Sassari ha notificato al servizio di Igiene e Sanità Pubblica dell'Ats Sardegna – commenta il responsabile per l'Assl Sassari, Fiorenzo Delogu – il presunto caso di meningite. Il Servizio si è immediatamente attivato per effettuare tutte le verifiche e per avviare l'indagine epidemiologica. L'Ats ha già contattato un primo gruppo di persone, sottoponendole alla profilassi ed entrambe le Aziende sanitarie stanno monitorando l'evolversi della situazione con la dovuta attenzione».

La meningite meningococcica è una delle principali forme di meningite. A causarla è un batterio, la "Neisseria meningitidis" che colpisce in particolare i neonati, gli adolescenti e i giovani adulti e il contagio avviene per via aerea, attraverso goccioline di saliva infette. Le stagioni più a "rischio" sono quelle invernali e primaverili.

«Contro la meningite – prosegue Andrea Piana – è importante l'attività di profilassi, attraverso il vaccino, in particolare negli adolescenti. Sono cinque i sierogruppi che provocano le infezioni da meningite: A, B, C, W135 e Y e contro queste sono disponibili appunto i vaccini che vengono somministrati dall'Igiene pubblica dell'Assl all'interno dei programmi di vaccinazione».

La malattia si manifesta con cefalea, rigidità della nuca, febbre, brividi e stato di profonda prostrazione. Possono verificarsi anche complicazioni come emorragie, miocarditi, polmoniti. La meningite di tipo infettiva, sebbene siano disponibili efficaci terapie antibiotiche, presenta un elevato tasso di mortalità.

Fonte: Sardegna Oggi

Sabato Open day di orientamento all’Istituto Benedetto Croce
Nella sede di via D’annunzio a Oristano visite guidate e presentazione dei corsi

La presentazione delle strutture della scuola e la sua offerta formativa saranno al centro dell’Open day promosso dall’Istituto Magistrale “Benedetto Croce” di Oristano,in via D’Annunzio. L’appuntamento è fissato per sabato prossimo, 19 gennaio, dalle 9.30 alle 18.

“Insieme ai docenti, agli studenti e al personale Ata”, spiega il dirigente dell’Istituto Salvatore Maresca, “accoglieremo i ragazzi delle scuole medie e le loro famiglie. Li guideremo nella visita alla sede dell’Istituto e informeremo loro sui nostri corsi con indirizzo musicale, linguistico e delle scienze umane, anche con opzione economico sociale”.

La locandina

Giovedì, 17 gennaio 2019

 

L'articolo Sabato Open day di orientamento all’Istituto Benedetto Croce sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Ai fini della restituzione degli importi è necessario che i cittadini interessati presentino apposita richiesta presso l´ufficio Pubblica istruzione del Comune in viale delle Vigne 5

image

PORTO TORRES - Quote in eccedenza versate al Comune dalle famiglie che usufruiscono della mensa scolastica. L'Ufficio Istituzioni scolastiche comunica che a seguito di una verifica è stato rilevato che un certo numero di persone hanno versato al Comune importi eccedenti rispetto a quanto dovuto per il servizio mensa dell’anno scolastico 2017-2018.

Ai fini della restituzione degli importi è necessario che i cittadini interessati presentino apposita richiesta presso l'ufficio Pubblica istruzione in viale delle Vigne 5, nonché la copia del codice Iban e del codice fiscale del soggetto registrato nel software del precedente gestore del servizio. Tutte le richieste saranno accolte dal giorno di pubblicazione del presente avviso all'albo pretorio dell'ente ed entro i novanta giorni successivi. L'amministrazione metterà a disposizione un modulo per la richiesta di restituzione scaricabile dal sito dell'ente, nella sezione Avvisi e scadenze.

Le informazioni e il ricevimento al pubblico per conoscere l'esatta posizione degli interessati saranno fornite solo ed esclusivamente nelle giornate di lunedì dalle 9 alle 12.30, martedì dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 17, giovedì dalle 9 alle 12.30. Gli utenti che lo desiderano e che risultano ancora all'interno dell'attuale servizio di ristorazione scolastica potranno, comunicandolo per iscritto, delegare il Comune al riversamento degli importi all'attuale gestore del servizio. Trascorsi novanta giorni dall'affissione all'albo pretorio, la procedura s'intenderà conclusa e le somme non richieste incamerate definitivamente dall'amministrazione comunale.

Fonte: Alguer




Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie