Brotzu, venti di guerra sul pagamento dei festivi: “Pronti anche a uno sciopero generale”. Polemica aperta all’ospedale Brotzu sul contratto integrativo e sul pagamento dei festivi infrasettimanali: i sindacati pronti alla protesta. “La Delegazione Trattante della RSU dell’Azienda Ospedaliera Brotzu congiuntamente alle OO.SS USB SANITA’ -UIL FPL- NURSING UP- FSI- CISNA con una nota urgente inviata oggi al neo Direttore della Struttura Complessa Gestione Sviluppo Risorse Umane Dott.ssa Maria Teresa Garau è indirizzata per conoscenza a tutti i livelli dell’amministrazione, hanno voluto esprimere il completo disappunto per l’anomala metodica di contrattazione decentrata portata avanti sino ad oggi, che ha di fatto creato degli evidenti conflitti e impedito per l’anno 2018 la proposta e la sottoscrizione del Contratto Integrativo Aziendale, con evidenti e conclamate ripercussioni negative sul salario accessorio come il mancato pagamento dei festivi infrasettimanali delle fasce economiche, welfare e organizzazione del lavoro”.

I sindacati aggiungono: “La nota inviata chiede urgenti spiegazioni al fine di conoscere quali siano le conclusioni da parte del Collegio Sindacale per la preintesa della Produttività, sottoscritta in data 12 Dicembre 2018 da alcune sigle sindacali e per la RSU sottoscritta da una componente non accreditata, di cui quest’ultima per tale motivazione ha avuto formale Diffida. Inoltre nonostante le reiterate richieste inviate all’amministrazione per conoscere ed esaminare la Preintesa, ad oggi non è arrivato nessun riscontro. Gli estensori del documento ritenendo non più tollerabile l’ingiustificato ritardo sulla ridistribuzione della produttività, probabilmente da imputare a persone ben distinte, sprovvedute e sicuramente molto avventate. Chiariscono che il fondo della produttività avendo già risorse consolidate per la ridistribuzione non è necessario nessun accordo, contestualmente chiedono all’amministrazione l’immediato pagamento con la premessa qualora anche a questa ennesima richiesta non pervenisse riscontro, concludono si attiveranno tutte le misure di tutela e di salvaguardia, sino ad arrivare se necessario alla proclamazione di uno Sciopero Generale”.

L'articolo Brotzu, venti di guerra su contratti e pagamento dei festivi: “Pronti anche a uno sciopero generale” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Un uomo di circa 50 anni, armato di taglierino, è stato bloccato da alcuni poliziotti fuori dal T Hotel mentre, armato di taglierino, stava urlando frasi minacciose all’indirizzo di alcuni passanti. L’episodio è avvenuto nel primo pomeriggio. Come confermato dalla questura “l’uomo è stato subito bloccato e portato nel reparto di Psichiatria 1 del Santissima Trinità. Si tratta di un episodio slegato alla visita di Berlusconi”.

Lo spiegamento delle Forze dell’ordine fuori dall’hotel cagliaritano, infatti, è massiccia, vista la presenza del “Cavaliere”.

L'articolo Cagliari, uomo armato di taglierino urla fuori dal T Hotel: bloccato e portato in Psichiatria proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

“La crescente arroganza di Onorato è direttamente proporzionale ai disservizi e ai disagi che sta arrecando ai sardi che tentano di spostarsi via mare da e per la nostra isola”. Lo afferma il candidato del Movimento 5 Stelle alle suppletive per il collegio di Cagliari Luca Caschili, che risponde così all’attacco sferrato dall’armatore al Governo.

Secondo Caschili “è vergognoso speculare prendendo soldi dallo Stato e dalla Regione. È inaccettabile gestire un’attività in concessione pubblica, quindi ispirata a principi di utilità sociale e profittabilità moderata per i privati, come se si trattasse di mercato puro, bastonando i sardi e i turisti con tariffe altissime e una qualità del servizio in continuo peggioramento. Eppure ci ricordiamo di Vincenzo Onorato alla Leopolda, quando nel 2015 davanti a Renzi e a tutto il Pd promise traghetti per l’isola a 14 euro. Una farsa che resta ben impressa nella memoria di tutti i sardi”. Per Caschili “questa classe di prenditori di Stato sta per andare a casa grazie al ministro Toninelli e a tutto il Governo del cambiamento. Sono i colpi di coda di un mondo che non esiste più”.

L'articolo Caschili: “Onorato promise traghetti a 14 euro, farsa impressa nella memoria dei sardi” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Topi nella scuola elementare di Su Planu a Selargius. Lo accerta la Assl e così il primo cittadino Concu dispone la chiusura dell’istituto per 5 giorni, regalando non pochi disagi ai genitori che ora protestano.

Accade tutto nell’Istituto Comprensivo “Su Planu” di via Ariosto a Selargius. Due giorni fa, nel corso di un’ ispezione Assl, viene accertata la presenza di topi a scuola. Impossibile lasciare a i bambini (ma anche docenti e personale) nell’edificio in mezzo ai ratti, così gli uffici comunali richiedono al Centro provinciale antinsetti della Città Metropolitana di Cagliari un intervento urgente di derattizzazione. E il primo cittadino Gigi Concu ha disposto la chiusura dell’istituto per 5 giorni, dal 16 al 21 gennaio.

“A Su Planu hanno chiuso le elementari da ieri fino a lunedì perché ci sono i topi e devono derattizzare”, lamentano le mamme e i papà dei bimbi dell’istituto, “scuola chiusa 5 giorni e noi genitori ci ritroviamo costretti all’improvviso a dover chiedere permessi e dunque perdere intere giornate di lavoro. Ma fare prevenzione no?”, domandano i genitori, “potevano fare disinfestazione preventiva invece che scoprire i topi in mezzo ai bambini? Pazzesco. È allucinante che non si faccia prevenzione e si debba chiudere la scuola 5 giorni dopo 15 di vacanze natalizie”.

Il Comune di Selargius spiega di aver avuto la segnalazione da parte del dirigente scolastico il 20 dicembre 2018, così gli uffici hanno inoltrato la richiesta alla Pro service, come da protocollo, per la derattizzazione, sia della scuola che delle strade via Ariosto e via dei Medici. Il 7 gennaio la Pro Service si attiva e vengono messe le trappole per i ratti nella scuola. Ma durante il controllo del 15 gennaio ci si accorge che il lavoro fatto non ha dato i risultati sperati perché saltano fuori ancora topi. E così il sindaco ha chiuso la scuola per 5 giorni per un’altra derattizzazione. “Comprendiamo i disagi e ci dispiace”, dichiara Gigi Concu, primo cittadino di Selargius, “ma l’amministrazione ha fatto tutto ciò che era in suo potere”

L'articolo Su Planu, topi a scuola tra i bimbi: istituto chiuso per 5 giorni, genitori in rivolta proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

“Porremo fine al monopolio di Tirrenia che utilizza soldi pubblici per utilità sociale e far schizzare i prezzi è inaccettabile”. Queste le parole del ministro dei Trasporti Toninelli oggi a Cagliari che hanno mandato su tutte le furie l’armatore di Tirrenia Vincenzo Onorato.

“La sua è una dichiarazione di chi non sa e non ha preso le informazioni pura campagna e demagogia elettorale”, ha dichiarato Onorato, “per quanto riguarda il monopolio, non sa che sulle linee per la Sardegna operano altre quattro compagnie: Grandi Navi Veloci, Sardinia Ferries, Grendi e Grimaldi”, mentre sulle tariffe Tirrenia ha spiegato che “non sono stabilite da noi  ma dalla convenzione firmata con lo Stato, e spesso sono ben al di sotto dei limiti fissati dalla stessa. Al ministro Toninelli, alla cui impreparazione siamo abituati da tempo e sui temi più svariati, dico – perché è evidente che non lo sa”, aggiunge, “che per Onorato Armatori, di cui Tirrenia fa parte, lavorano 5000 persone, tutte italiane e rappresentiamo di gran lunga la prima realtà nazionale in termini occupazionali nei traffici per le isole. Gli consiglio inoltre di includere nei provvedimenti per il reddito di cittadinanza i 50000 marittimi italiani disoccupati a casa grazie a politiche confermate dai suoi predecessori e che servono gli interessi della lobby degli armatori a cui anche il signor Toninelli sembra rispondere. Del resto dal suo ministero dipendono anche i controlli sulle leggi a tutela dei marittimi italiani che vengono sistematicamente disattese dagli armatori. Quando poi va in Sardegna si ricordi anche delle nostre 500 persone, tutti sardi, che lavorano ogni giorno su e per l’Isola”.

L'articolo Tirrenia, Onorato replica a Toninelli: “Non sa nulla e fa solo demagogia” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line




Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie