sardanews

«Qualcuno tiri un pizzicotto al governatore Pigliaru, qualcuno lo svegli dai bei sogni che vive. Oggi esulta per i dati sull’occupazione, perché evidentemente non ha mai toccato con mano la realtà economica sarda, non conosce le condizioni di lavoro e la disgregazione sociale che vive la Sardegna. Ma gli unici numeri che lo riporteranno alla realtà sono quelli delle elezioni di febbraio, quando il pizzicotto gli arriverà dagli elettori». Lo afferma con una nota su Facebook il candidato alla presidenza della Regione del MoVimento 5 Stelle Francesco Desogus.

«Pigliaru non sa che dietro quei numeri ci sono donne e uomini in carne ed ossa che per anni hanno sofferto. Che hanno visto i loro figli e in molti casi il loro padre, fare la valigia per cercare futuro all’estero. Esattamente come accadeva cinquant’anni fa. Mia figlia vive all’estero e non è stata certo creata la condizione per farla tornare» continua Desogus.

«Tutte queste cose Pigliaru non le sa perché per tutta la sua vita ha osservato la Sardegna dalla sua torre d’avorio: prima dall’Università poi dal palazzo della Regione. Perché il suo fallimento è tale che nessuno si è nemmeno immaginato di ricandidarlo, perché la sconfitta sarebbe stata di tale portata che avrebbe fatto tremare tutti i comuni della Sardegna governati dal Centrosinistra. A partire da Cagliari».

«Qui è tempo di cambiare. Ma non una faccia che nasconde i soliti interessi. Ci vuole un programma per i sardi che risponda alle loro esigenze. A partire dal lavoro e dalla sanità» conclude Desogus.

L'articolo Regione Sardegna, Pigliaru esulta per dati sull’occupazione. Desogus: “Qualcuno lo svegli dai sogni” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Alla fine il punto all’ordine del giorno che doveva discutere della presa d’atto da parte del Consiglio Comunale di Assemini, della presunta incompatibilità del consigliere Consigliere Sardista Gigi Garau, si è svolto a porte chiuse. La richiesta avanzata dallo stesso consigliere, per tutelare la privacy dei soggetti interessati e totalmente estranei alle vicende politiche locali, è stata accolta dall’intero consiglio che riunito a “porte chiuse” ha espresso una presa d’atto che di fatto pone fine al polverone sollevato da un articolo apparso sulla stampa locale circa un mese fa.

“Invito il solerte cittadino che ha sollevato la questione, ad uscire dal muretto a secco in cui si è nascosto e possibilmente candidarsi alle elezioni, sempre che non abbia interdizioni dai pubblici uffici e misurarsi con il sottoscritto cosi, con la forza della democrazia e del suffragio popolare.” questo ha dichiarato Gigi Garau che ha proseguito “ho incaricato i miei legali di fare quanto sia nelle loro possibilità per accertare come sia potuta finire delle mani di sconosciuti cittadini, una pratica riservata che riguarda altrettanti cittadini che nulla hanno a che vedere con le vicende politiche” e ancora “chi utilizza questi metodi a scopo di lotta politica offende principalmente la volontà espressa liberamente dagli elettori che mi hanno ancora una volta dimostrato la loro fiducia, Nel consiglio del 15 Novembre sono state fatte affermazioni pesantissime nei miei confronti che esulano dal dibattito politico e s’inquadrano in un’ottica lesiva della mia persona. Ho affidato agli stessi legali di intraprendere tutte le azioni necessarie affinché la mia persona venga tutelata nelle sedi opportune. L’impegno politico che metto in campo da tempo è solo ed esclusivamente a vantaggio dei cittadini che vogliono vedere un’evoluzione di crescita positiva della città e non fumose interpretazioni di parte”.

L'articolo Assemini, “Garau perfettamente compatibile” proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

La vicenda dell’Aias assume contorni sempre più da “battaglia”: alcuni lavoratori stanno per trascorrere ormai la terza notte in tenda fuori dal palazzo del Consiglio regionale, e tra i banchi dell’Aula più di un consigliere dell’opposizione “occupa” i banchi in segno di protesta. “Sino a quando non saranno versati i soldi che deve la Regione”, così si sente nel video arrivato alla nostra redazione da fonti interne alla Regione. Intanto, sotto i portici, ci sono ancora le tre tende e un gazebo per ripararsi dal freddo e, soprattutto, manifestare per chiedere il “rinnovo della convenzione e il pagamento dei crediti ancora non saldati”.

L'articolo Cagliari, tensione alle stelle sul “caso Aias”: la minoranza occupa i banchi del Consiglio regionale proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Non ce l’ha fatta Andrea Sanna, il giovane centauro di 19 anni, coinvolto ieri sera in un gravissimo  incidente stradale ieri ad Arborea. Troppo gravi le ferite riportate nell’impatto con una vettura avvenuto tra Corso Roma e via Italia. E’ morto pochi minuti fa all’ospedale Marino di Cagliari. I medici hanno tentato il tutto per tutto per salvarlo, ha subito operazioni delicatissime come l’amputazione della gamba sinistra. Ma è stato tutto inutile, purtroppo.

 

(foto di repertorio)

L'articolo Arborea, scontro auto-moto: Andrea Sanna non ce l’ha fatta proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Cinque euro spesi, cinquecentomila vinti. Colpo grosso di un anonimo giocatore di “Gratta e vinci”, che ha acquistato un “Miliardario” in una tabaccheria di via Roma, proprio accanto al Consiglio regionale. La maxi scritta che annuncia l’altrettanto corposa vincita campeggia già dentro la rivendita gestita dalla 39enne Alessia Loddo.

 

“Spero con tutto il cuore”, afferma la Loddo, “che il vincitore sia un povero o un disoccupato, magari uno degli operatori Aias che da dieci mesi non prendeblo stipendio”. Impossibile saperlo: la dea bendata, infatti, non vede.

L'articolo Cagliari ha un nuovo “Paperone”, compra un “Miliardario” da 5 euro e ne vince 500mila proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

I Carabinieri della Stazione di Orani, hanno denunciato un automobilista di 20 anni,  sorpreso alla guida in evidente stato di alterazione psicofisica. Il giovane mente percorreva con la sua auto la strada Provinciale n. 29 si è scontrato con  un’altra autovettura che proveniva dal senso opposto. Il ragazzo trasportato presso l’ospedale San Francesco di Nuoro per accertamenti è risultato positivo agli esami tossicologici richiesti dai militari. Per questo motivo il giovane è stato denunciato alla Procura della Repubblica di Nuoro, per guida sotto gli effetti di sostanze stupefacenti. Allo stesso, inoltre, è stata immediatamente ritirata la patente.

L'articolo Guida sotto l’effetto della droga e provoca un incidente: denunciato 20enne a Orani proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Fumata in grigia in conferenza di servizi. Il nuovo stadio progettato dalla società rossoblù non rispetterebbe i parametri previsti. La società di via Mameli ha presentato un progetto per l’ampliamento dell’impianto (capienza 30 mila spettatori), ma per motivi tecnici (lo stadio troppo alto e l’aumento di capienza potrebbe richiedere una nuova valutazione ambientale) è stato impossibile per gli uffici dare il via libera. La società rossoblù dovrà presentare un nuovo progetto.

In una nota il Comune annuncia l’avvio dei lavori della conferenza di servizi preliminare per l’analisi dell’ampliamento a 25 mila 200 posti (e predisposto ulteriormente sino a 30.000) del nuovo stadio approvato dall’Amministrazione comunale nel 2016 e spiega che “la seduta riprenderà dopo la produzione da parte della società Cagliari Calcio di alcune integrazioni allo studio di fattibilità richieste dagli enti competenti”. Dopo il via libera della conferenza di servizi, il progetto arriverà in Consiglio comunale per l’approvazione definitiva.

en.ne.

L'articolo Cagliari, il Comune frena sul nuovo stadio: è troppo alto, progetto da rivedere proviene da Casteddu On line.

Fonte: Casteddu on Line

Al termine della discussione sul decreto legge sulla Fiscalità alla Camera dei deputati, il Governo ha approvato un ordine del giorno, impegnandosi a valutare il trasferimento delle quote delle accise sui carburanti e sui derivati petroliferi prodotti in Sardegna, come previsto dall’articolo 8 dello Statuto Sardo.

“Un ordine del giorno è un semplice impegno – ha detto Salvatore Deidda, deputato di Fratelli d’Italia, primo firmatario del documento – Ma come forza politica di un’opposizione costruttiva stiamo lavorando per aprire un dialogo per il bene della nostra Isola, una breccia su argomenti che i precedenti Governi hanno sempre ignorato, ma oggi possono essere portati sul tavolo dei Ministeri. In Parlamento le battaglie della Sardegna sono messe in primo piano e ben rappresentate. Importante sarà che chi governerà la Sardegna segua questo lavoro e lo faccia proprio, sappia dialogare con il Governo per concretizzare quanto fatto in questi mesi iniziali di legislatura”.

A Deidda – che ha sottolineato come questa battaglia sempre portata avanti dai Riformatori, sposata convintamente da Fratelli d’Italia, debba diventare di tutto il centrodestra – sono prontamente arrivati i ringraziamento soddisfatti di Pietro Fois: “Siamo grati all’onorevole Deidda e a Fratelli d Italia per aver condiviso con noi questa battaglia ed avere dimostrato concretamente di agire per il bene della nostra terra – ha detto il segretario regionale dei Riformatori – Esprimo soddisfazione per l’impegno che il Governo ha assunto nei confronti della Sardegna e dei Sardi. Finalmente un atto concreto che fa ben sperare sul riconoscimento di quanto ci è dovuto. Dopo aver lottato in completa solitudine per più di 10 anni, oggi finalmente veniamo appagati con la giusta attenzione. Ancora la settimana scorsa abbiamo manifestato in Consiglio Regionale l’esigenza di inserire nella finanziaria regionale i 3 miliardi annui che ci spettano”. (red)

(admaioramedia.it)

Fonte: Admaioramedia

Foto Abbanoa

Sono andate avanti per tutta la notte e durante la mattina le operazioni di riavvio dell’acquedotto di Bosa interessato nei giorni scorsi da un grosso guasto nel tratto più impervio della vallata del Temo. Le squadre di Abbanoa, che ieri hanno lavorato in condizioni quasi proibitive per sostituire il tratto di condotta lesionato, hanno proceduto con gradualità al riempimento degli oltre 15 chilometri di tubature che portano l’acqua dal potabilizzatore di Monteleone Roccadoria fino ai serbatoi di Bosa. Operazioni delicate per evitare pericolosi sbalzi di pressione.

Nelle prime ore di questa mattina l’acquedotto stava fornendo metà della portata: 40 litri al secondo rispetto agli 80 litri ordinari. Durante la giornata la portata si è stabilizzata. Poco prima delle 13 i livelli dei serbatoi avevano raggiunto la quantità ottimale per consentire di riaprire l’erogazione idrica nella rete. A beneficiarne per prime sono state le utenze più in basso e man mano che la rete si è riempita l’erogazione ha iniziato a diventare operativa anche nelle altre zone. Più in sofferenze le zone alte del centro abitato dove, comunque, resta garantito il servizio di autobotte fino al completo ristabilizzarsi del servizio. Per ripristinare a pieno i livelli nei serbatoi, fino a sabato saranno effettuate chiusure notturne dell’erogazione dalle 22 alle 5 del mattino successivo. In base all’andamento dei consumi e delle scorte disponibili la chiusura potrebbe essere ridotta.

“In questi giorni è stato massimo l’impegno dei nostri tecnici per riparare il guasto in condizioni davvero estreme”, spiega il direttore generale di Abbanoa, Sandro Murtas: “Il punto interessato era irraggiungibile dai mezzi ordinari, in una zona particolarmente impervia. Nonostante ciò, i nostri operatori hanno lavorato giorno e notte per ripristinare il servizio il prima possibile. Purtroppo l’acquedotto di Bosa è uno degli esempi più lampanti della situazione in cui si trovano le infrastrutture del Servizio idrico integrato in Sardegna. Abbiamo stanziato i fondi, completato le progettazioni ed eseguito la gara per la sostituzione integrale del primo lotto da Monte Crispu al centro di Bosa: i lavori inizieranno entro marzo e si completeranno in 70 giorni. Nelle prossime settimane bandiremo la gara anche per il secondo lotto da Monte Crispu a Barasumene. Procediamo speditamente per la risoluzione definitiva del problema”.

Giovedì, 13 dicembre 2018

 

L'articolo Ripresa regolarmente a Bosa l’erogazione dell’acqua sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Morto il giovane motociclista ferito ieri notte in un incidente stradale
Fatali le gravi ferite riportate in seguito allo scontro avvenuto con un’auto nel centro di Arborea

Andrea Sanna

E’ morto all’Ospedale marino di Cagliari, Andrea Sanna, il giovane di 19 anni, rimasto gravemente ferito ieri sera in un incidente stradale avvenuto nel centro di Arborea.

Le sue condizioni erano parse subito gravi per una forte emorragia e per la compromissione di una gamba e un braccio.

Sanna è stato anche sottoposto a un intervento chirurgico, ma nel pomeriggio ha cessato di vivere.

Proprio nelle ultime ore erano stati lanciati diversi appelli perché serviva sangue da donare a favore del giovane.

La notizia della scomparsa di Andrea Sanna si è diffusa subito ad Arborea e nella comunità dei motociclisti oristanesi, dov’era molto conosciuto. Grande il dolore e grande il cordoglio.

segue

L'articolo Morto il giovane motociclista ferito ieri notte in un incidente stradale sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano

Le opportunità offerte dalla lavorazione della ceramica: tavola rotonda 
Inserita nel cartellone della rassegna “Tornio di via Figoli” a Oristano

Domani, venerdì 14 dicembre, alle 10.30, nella Sala degli Evangelisti del Palazzo degli Scolopi, si terrà la tavola rotonda intitolata “Mister Pottery e Lady Maiolica”.

L’iniziativa, inserita nel programma del “Tornio di via Figoli”, giunto alla decima edizione, sarà incentrata sulle opportunità offerte dalla lavorazione della ceramica sia sotto l’aspetto economico sia culturale.

I temi legati alla lavorazione e produzione di manufatti in ceramica verranno sviluppati dagli esperti che ne illustreranno l’importanza.

A coordinare i lavori sarà l’Assessore all’Artigianato del Comune di Oristano, Pupa Tarantini: “Le produzioni in ceramica – dice l’Assessore – per decenni hanno consentito all’oristanese di ritagliarsi un posto di prestigio nel panorama produttivo regionale, diventando, oltre che una risorsa economica, un simbolo del territorio grazie alla capacità creativa degli artigiani locali che hanno tramandato questa forma d’arte a cui oggi vogliamo ridare la giusta importanza. Il titolo della tavola rotonda gioca volutamente sul termine ceramica in inglese per mettere in risalto gli scenari commerciali internazionali nei quali si possono cimentare a pieno titolo le nostre produzioni ceramiche artistiche e tradizionali”.

Il sindaco Andrea Lutzu saluterà a nome dell’amministrazione: “Ringrazierò gli esperti che interverranno per la passione che stanno dimostrando nel voler mantenere alta l’attenzione verso un patrimonio importante della cultura della nostra città, facendo quanto nelle loro possibilità per impedire che la ricerca sfrenata della tecnologia, simbolo di questi tempi, possa cancellare un segno della nostra identità”.

Porteranno i loro saluti anche Giuseppe Sanna, ambasciatore dell’Associazione Italiana Città della Ceramica – AICC, Diego Corrias, Assessore allo Sviluppo Economico Comune di Assemini e Marco Franceschi, Direttore della Confartigianato di Oristano. Gli approfondimenti in tema della ceramica saranno affidati a Giuseppe Melis, Docente di Marketing Turistico Università di Cagliari che parlerà del ruolo della ceramica nella promozione turistica del territorio evidenziandone l’importanza della conoscenza, Monica Scanu, direttore IED Cagliari (Prove tecniche di artigianato contemporaneo), Enrico Sanjust, chimico, docente dell’Università di Cagliari (Ceramica: un materiale antico ma sempre nuovo).

“Mister Pottery e lady Maiolica vanno a scuola” sarà illustrato da Daniela Manca e Giuseppina Carta del Liceo Artistico “Carlo Contini”.

“Il Tornio di via Figoli – L’arte dei ceramisti” continuerà con altre iniziative fino al 24 dicembre.

La manifestazione è organizzata dall’Assessorato all’Artigianato del Comune di Oristano grazie alla Regione che finanzia la manifestazione, in collaborazione con l’AICC – Associazione Italiana Città della Ceramica, la Provincia di Oristano, la Confartigianato Oristano, il Liceo Artistico “Carlo Contini” Oristano, la Fondazione Sa Sartiglia Onlus e la partecipazione di tanti artigiani locali del settore ceramico.

La locandina

Giovedì, 13 dicembre 2018

L'articolo Le opportunità offerte dalla lavorazione della ceramica: tavola rotonda  sembra essere il primo su LinkOristano.it.

Fonte: Link Oristano





Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie