sardanews

La monnezza dopo la tempesta: rifiuti e amianto, lo sfregio dell’uomo all’ambiente

La monnezza dopo la tempesta: rifiuti e amianto, lo sfregio dell’uomo all’ambiente

Ancora scossi e amareggiati per la nottata in bianco e l’ansia provocata dalle forti precipitazioni ed i conseguenti allagamenti, ci rechiamo nelle zone colpite per seguire da vicino le attuali condizioni del territorio. Siamo nella zona industriale da Macchiareddu, da anni a “scartamento ridotto” causa il numero delle aziende chiuse rispetto a quelle in funzione, le arterie stradali che si diramano dalla Dorsale Consortile, presentano allagamenti in varie zone, marcati soprattutto dove i canali laterali alle strade, non sono riusciti a far defluire la grande quantità d’acqua, principalmente perché ostruiti da vari materiali e dalla vegetazione spontanea che in certi casi ha (è il caso di dire) radici lontane. Nelle Aree attorno agli svincoli, la sorpresa è presto servita: una quantità incredibile di rifiuti di ogni genere, compreso il pericolosissimo amianto, uno spettacolo indecente che si somma all’impressionante azione devastante della natura. Ma qui è l’uomo, infame protagonista di uno sfregio all’ambiente ingiustificabile e non può passare inosservata questa ormai consueta abitudine di disperdere nel territorio ogni genere di rifiuto. La tristezza che investe i nostri cuori in momenti come questo, non ci distoglie di manifestare la rabbia nei confronti di chi sfregia la natura in maniera cosi eclatante ed irresponsabile.

Foto Di Gigi e Mauro Garau

L'articolo La monnezza dopo la tempesta: rifiuti e amianto, lo sfregio dell’uomo all’ambiente proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie