sardanews

Cagliari, matrimoni-salasso: “1200 euro per sposarsi al Poetto? A Venezia costa la metà”

Cagliari, matrimoni-salasso: “1200 euro per sposarsi al Poetto? A Venezia costa la metà”
Ottocento euro per sposarsi o contrarre le unioni civili in uno degli undici punti previsti dal Comune al Poetto per i sardi, quattrocento in più (cioè 1200) per i non sardi. L’intento è quello di promuovere il business matrimoniale sfruttando – senza poter lanciare riso o coriandoli – uno dei luoghi più suggestivi della città. Ma è proprio sulle tariffe che esplode la polemica politica, con l’opposizione che va all’attacco. Portando un esempio su tutti: “Una coppia non sarda deve spendere 1200 euro se si vuole sposare al Poetto, ma a Venezia costa esattamente la metà, come si può facilmente vedere sul sito del Comune, e si tratta di una location che non ha nulla da invidiare al Poetto stesso”, dice Pierluigi Mannino (FdI). “Le tariffe vanno assolutamente riviste, va bene mettersi sul mercato ma bisogna farlo a prezzi competitivi. Zedda non penserà mica che i soldi siano noccioline?”.
E, sempre per il partito di opposizione più numeroso tra i banchi di palazzo Bacaredda, oltre ai costi sono sbagliati anche i giorni: “Solo il sabato, una sciocchezza, in tanti preferiscono o possono sposarsi solo la domenica. Io stesso ho celebrato tanti matrimoni nelle sale del Comune, tra l’altro senza l’aiuto di nessuno perché l’amministrazione comunale non fa lavorare in regime di straordinario i suoi dipendenti”.

L'articolo Cagliari, matrimoni-salasso: “1200 euro per sposarsi al Poetto? A Venezia costa la metà” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie