sardanews

L’amarezza di Riccardo, chimico di Cagliari: “Zero lavoro per colpa nostra e di chi governa”

L’amarezza di Riccardo, chimico di Cagliari: “Zero lavoro per colpa nostra e di chi governa”
Un’impresa con la I maiuscola, quella compiuta da Riccardo Maccioni: 24 anni, di Cagliari, laurea con 110 e lode in Chimica e tecnologia farmaceutiche conseguita all’Università. Con un anno di anticipo sulla tabella di marcia. E la testa vola già lontano dall’Isola: “Qui non ci sono industrie farmaceutiche, è impossibile lavorare. Voglio sfruttare tutte le occasioni per fare carriera, nel centro Europa. Germania, Svizzera, Austria”, più di una nazione, insomma, ma non certamente l’Italia. “Durante le sessioni di esame ho rinunciato a uscire o ad andare al mare a luglio inoltrato, nonostante si trovi a due passi”.
Storie di giovani che vogliono farcela, ma che hanno le ali tarpate in Sardegna. Per colpa di chi? “Nostra, come popolo, e della gestione politica degli ultimi anni. Le colpe le divido a metà, un governo è lo specchio di un popolo”. E la scelta di partire “è forzata, crea amarezza. Cagliari è una città tranquilla, e noi sardi siamo molto legati alla nostra terra”, dice, con un po’ di tristezza in volto, il neo dottore in Chimica e tecnologia farmaceutiche.

L'articolo L’amarezza di Riccardo, chimico di Cagliari: “Zero lavoro per colpa nostra e di chi governa” proviene da Casteddu On line.

image

Vedi su CastedduOnLine









Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie