sardanews

Uiltec, non demonizzare industria

© ANSA

(ANSA) - PULA, 16 APR - L'industria rappresenta un "settore fondamentale" dell'economia della Sardegna "e non deve essere demonizzata". Non solo: "basta con il 'falso ambientalismo' che si oppone sterilmente a qualsiasi iniziativa o attività imprenditoriale". E' quanto emerge dal secondo congresso regionale della UilTec, che unisce i lavoratori dell'industria chimica, dell'energia e del tessile.    Da Pula arriva anche un appello alle istituzioni, alle organizzazioni dei datori di lavoro e agli altri sindacati confederali: "bisogna unire le forze per favorire anche nell'Isola un'industria sostenibile, moderna e capace di garantire occupazione stabile, garanzie dei diritti e opportunità per i nostri giovani che sempre più spesso sono costretti ad emigrare. E soprattutto è necessario superare le vecchie logiche dell'assistenzialismo e degli ammortizzatori sociali a vita che non producono benessere ricchezza".    "Nella nostra regione prevale uno spiccato spirito anti industriale che penalizza pesantemente la nostra economia e i livelli occupazionali - ha spiegato il segretario della UilTec Sardegna Salvatore Sini -. Avversione all'industria che condiziona anche e la politica, tanto da renderla debole nel sostenere politiche industriali sostenibili e capaci di rilanciare un economia agonizzante in tutti i comparti produttivi. Si preferisce parlare di rilancio di settori che pur potendo coesistere con il settore industriale rischiano, isolandosi, di divenire miraggi senza l'indispensabile sviluppo, la piena occupazione e la garanzia delle tutele contrattuali".    Il dibattito congressuale proseguirà domani, quando verranno rinnovati gli organismi regionali e completato il processo di regionalizzazione della categoria.(ANSA).   

Fonte: Ansa












Sarda News

Offerte di Lavoro in Sardegna

Sinnai Notizie